Aperto

Riconoscimento Attività Storiche e di Tradizione - Iscrizione

Regione Lombardia riconosce negozi, locali e botteghe storiche caratterizzate dalla continuità nel tempo, per almeno 40 anni, della gestione, dell’insegna e della merceologia offerta, e da altri fattori, quali la collocazione in strutture di pregio e la conservazione di arredi e attrezzature storici.

Leggi di più

Scheda informativa

  • Possono richiedere il riconoscimento regionale i negozi storici, i locali storici e le botteghe artigiane storiche che hanno svolto la propria attività per un periodo non inferiore a quaranta anni senza interruzione di continuità.

    I soggetti che propongono il riconoscimento sono le camere di commercio, gli enti locali, le associazioni di rappresentanza delle imprese e le associazioni dei consumatori.
    Le imprese in possesso dei requisiti richiesti possono presentare autocandidatura.

  • Sono attività storiche e di tradizione:

    a) i negozi storici, intesi quali unità locali che svolgono attività di commercio al dettaglio in sede fissa;

    b) i locali storici, intesi quali unità locali esclusivamente o prevalentemente dedite alla
    ristorazione o alla somministrazione di alimenti e bevande;

    c) le botteghe artigiane storiche, intese quali unità locali che svolgono la vendita diretta al dettaglio di beni o servizi, con vetrine poste su strada o situate al piano terreno degli edifici.

    Possono richiedere il riconoscimento regionale i negozi storici, i locali storici e le botteghe artigiane storiche che hanno svolto la propria attività per un periodo non inferiore a quaranta anni senza interruzione di continuità.

    La sospensione dell’attività per un periodo continuativo non superiore a un anno non viene considerata interruzione di continuità.
    Sono ammessi al riconoscimento i locali storici che svolgono la loro attività in parti annesse a più ampi complessi a carattere alberghiero e di ospitalità.

    Regione Lombardia riconosce le seguenti categorie di negozi storici, locali storici e botteghe artigiane storiche in ragione delle loro specifiche caratteristiche:
     

    NEGOZI STORICI

    STORICA ATTIVITA'

    Punto vendita al dettaglio caratterizzato da una documentata e accertata continuità nel tempo dell’insegna e della merceologia offerta, possibilmente anche nella stessa sede fisica altrimenti in sedi diverse nell’ambito dello stesso Comune.
    NEGOZIO STORICO

    Punto vendita al dettaglio caratterizzato da una documentata e accertata continuità nel tempo dell’insegna e della merceologia offerta nella stessa sede fisica.
    Oltre ai requisiti di cui alla precedente categoria sono richiesti:
    - collegamento funzionale e strutturale dei locali e degli arredi con l'attività svolta, al fine di dare il senso di un evidente radicamento nel tempo dell'attività stessa
    - presenza  nel punto  vendita  di elementi architettonici e/o ¿niture  originali  o di pregio, interni e/o esterni
    - mantenimento, anche parziale, di arredi e attrezzature storiche.

    INSEGNA STORICA E DI TRADIZIONE

    Punto vendita al dettaglio caratterizzato da una documentata e accertata continuità nel tempo dell’insegna e della merceologia offerta nella stessa sede fisica.
    Oltre ai requisiti di cui alla precedente categoria sono richiesti:
    - ubicazione del punto vendita in contesti urbani di pregio ovvero di particolare interesse
    - collocazione del punto vendita in una struttura architettonica, artistica e decorativa di pregio
    - caratterizzazione degli spazi  data  da opere  d’autore  legate all’attività che vi si è svolta, ad es. affreschi, collezioni di dipinti o sculture  di riconosciuto valore artistico  ispirate  all’attività commerciale e/o ai relativi prodotti
    - attività e merceologia  offerta  speci¿camente legate alla tradizione, al territorio e all’economia locale
    - presenza  di arredi, attrezzature e strumenti di lavoro  originali, di particolare pregio e valore storico, artistico  e culturale
    - il punto  vendita o l’insegna o l’impresa che lo possiede siano citati od oggetto di particolare menzione in opere d’ingegno, letterarie, cinematogra¿che, artistiche
    - il punto  vendita  o l’insegna o l’impresa  abbiano ispirato  e siano indissolubilmente e da tempo  legati alla toponomastica locale.

    INSEGNA STORICA E DI TRADIZIONE TOP Oltre ai requisiti richiesti per l’insegna storica e di tradizione sono richiesti almeno 75 anni di attività.
    LOCALI STORICI STORICA ATTIVITA'

    È individuata sulla base delle medesime caratteristiche e deve possedere i medesimi requisiti previsti per i negozi storici – storica attività.

    LOCALE STORICO

    È individuato sulla base delle medesime caratteristiche e deve possedere i medesimi requisiti previsti per i negozi storici – negozio storico.

    INSEGNA STORICA E DI TRADIZIONE È individuata sulla base delle medesime caratteristiche e deve possedere i medesimi requisiti previsti per i negozi storici – insegna storica e di tradizione.
    INSEGNA STORICA E DI TRADIZIONE TOP Oltre ai requisiti richiesti per l’insegna storica e di tradizione sono richiesti almeno 75 anni di attività.
    BOTTEGA ARTIGIANA STORICA STORICA ATTIVITA' ARTIGIANA

    Unità locale che svolge la vendita diretta al dettaglio di beni o servizi, con vetrine poste su strada o situate al piano terreno degli edifici.
    È caratterizzata da una documentata e accertata continuità nel tempo dell’insegna e dell’attività svolta, possibilmente anche nella stessa sede fisica altrimenti in sedi diverse nell’ambito dello stesso Comune.

    BOTTEGA ARTIGIANA STORICA

    Unità locale che svolge la vendita diretta al dettaglio di beni o servizi, con vetrine poste su strada o situate al piano terreno degli edifici.
    È caratterizzata da una documentata e accertata continuità nel tempo dell’insegna e dell’attività svolta nella stessa sede fisica.
    Oltre ai requisiti di cui alla precedente categoria sono richiesti:
    - collegamento funzionale e strutturale dei locali e degli arredi con l'attività artigiana svolta, al fine di dare il senso di un evidente radicamento nel tempo dell'attività stessa
    - mantenimento, anche parziale, di attrezzi, utensili e macchinari riferiti a tecniche e modalità di produzione che si sono tramandate a livello locale.

    INSEGNA ARTIGIANA STORICA E DI TRADIZIONE

    Unità locale che svolge la vendita diretta al dettaglio di beni o servizi, con vetrine poste su strada o situate al piano terreno degli edifici.
    È caratterizzata da una documentata e accertata continuità nel tempo dell’insegna e dell’attività svolta nella stessa sede fisica.
    Oltre ai requisiti di cui alla precedente categoria sono richiesti:
    - ubicazione dell’unità locale in contesti urbani di pregio ovvero di particolare interesse
    - collocazione dell’unità locale in una struttura architettonica, artistica e decorativa di pregio
    - presenza nei locali e negli arredi, sia interni che esterni, di elementi di particolare interesse storico, culturale, artistico, architettonico, o particolarmente significativi per la tradizione del saper fare e la cultura del luogo, anche con riferimento a zone di affermate e consolidate produzioni tipiche
    - presenza e utilizzo di attrezzi, utensili e macchinari riferiti a tecniche e modalità di produzione che si sono tramandate a livello locale
    - attività speci¿camente legate alla tradizione, al territorio e all’economia locale, ovvero prodotti caratterizzati da unicità e riconoscibilità
    - l’attività o l’insegna o l’impresa che lo possiede siano citati od oggetto di particolare menzione in opere d’ingegno, letterarie, cinematogra¿che, artistiche
    - l’attività o l’insegna o l’impresa  abbiano ispirato  e siano indissolubilmente e da tempo  legati alla toponomastica locale.

    INSEGNA ARTIGIANA STORICA E DI TRADIZIONE TOP Oltre ai requisiti richiesti per l’insegna storica e di tradizione sono richiesti almeno 75 anni di attività.


    Le imprese in possesso dei requisiti richiesti vengono iscritte nell’elenco regionale delle attività storiche e di tradizione
    Alle imprese iscritte nell’elenco regionale viene conferito il marchio identificativo.
    L’iscrizione nell’elenco è requisito necessario per accedere alle misure di sostegno previste dall’articolo 148 quater, comma 2, della l.r. 6/2010.

    Il riconoscimento di attività storica e di tradizione e l’iscrizione nell’elenco regionale sono collegati al mantenimento della destinazione d’uso dei locali, delle caratteristiche morfologiche delle vetrine, dell’insegna, degli arredi  e della  selezione  tipologia della merceologia  offerta presenti al momento dell’iscrizione nell’elenco, anche nel caso di restauri conservativi e di interventi di rinnovo parziale o totale, qualora necessari.

    Chi avvia il procedimento
    Le camere di commercio, gli enti locali, le associazioni di rappresentanza delle imprese e le associazioni dei consumatori segnalano a Regione Lombardia le attività commerciali o artigiane presenti sui loro territori e che rispondono ai requisiti previsti.
    Le imprese in possesso dei requisiti previsti possono presentare autocandidatura.

    Costi
    Nessun costo previsto da Regione Lombardia a carico del richiedente.

    Normativa di riferimento:

    Legge regionale 6/2010, Testo Unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere, articoli 148 bis - 148 quinquies
    Legge regionale 5/2019, Valorizzazione delle attività storiche e di tradizione. Modifiche alla legge regionale 2 febbraio 2010, n. 6 (Testo unico delle leggi regionali in materia di commercio e fiere)
    - Delibera di Giunta regionale n. 5695  dell’15 dicembre 2021, disponibile in allegato

  • Le proposte devono essere compilate esclusivamente mediante Bandi e Servizi, cliccando su "Fai domanda".

    Modalità e termini per la presentazione delle domande di riconoscimento delle attività storiche e di tradizione

    Le domande di riconoscimento vanno corredate dei seguenti allegati obbligatori in formato digitale:

    1. la relazione illustrativa, che dovrà specificare in sintesi la storia dell’impresa, le caratteristiche dell’unità locale di riferimento, l’attività svolta, eventuali riconoscimenti e menzioni specifiche. La relazione illustrativa è da redigere utilizzando il modulo disponibile in allegato – allegato 1 - e seguendo le istruzioni per la compilazione;
    2. la documentazione storica dell’impresa e dell’unità locale di riferimento comprovante la data di inizio dell’attività, i passaggi generazionali intervenuti e le fasi di gestione dell’attività: copie di vecchie licenze/autorizzazioni, visure, altra documentazione utile a ricostruire il periodo per il quale si richiede il riconoscimento;
    3. la planimetria dei locali e delle relative pertinenze;
    4. la documentazione fotografica dell’esterno e dell’interno dell’unità locale, adeguata a evidenziare il possesso di tutti i requisiti richiesti per la categoria di riconoscimento proposta. Minimo 5 fotografie - massimo 20 fotografie.

    È inoltre possibile allegare un video - facoltativo - che documenti in forma esaustiva l’insegna, le pertinenze, i locali, gli arredi, gli strumenti e i macchinari di svolgimento dell’attività.

    Per quanto riguarda le dimensioni degli allegati, documenti e immagini devono avere una dimensione massima di 5 MB ciascuno, il video di 50 MB.

  • Per informazioni sulle attività storiche e di tradizione e sui criteri e modalità di presentazione delle domande: - Maria Teresa De Lorenzo, Tel. 02 6765 6044, oppure scrivere a: maria_teresa_de_lorenzo@regione.lombardia.it - Tony Monte, tel. 02 6765 4518 , oppure scrivere a: antonino_monte@regione.lombardia.it Per eventuale necessità di assistenza tecnica relative alla piattaforma Bandi e Servizi contattare: - il numero di telefono 800.131.151 - l'indirizzo di posta elettronica bandi@regione.lombardia.it
Dario,
il tuo assistente digitale