Chiuso Manifestazione di Interesse
Enti locali, Lombardia, Efficientamento energetico, Ambiente, Montagna, Rilancio economia, Attrattività

Manifestazione d'interessi per la selezione di nuove Strategie per lo sviluppo delle Valli Prealpine

Bandi online

Manifestazione d'interessi per la selezione di nuove Strategie per lo sviluppo delle Valli Prealpine
Enti e operatori

Avviso per la selezione di strategie di sviluppo locale definite attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva del partenariato locale, la programmazione dal basso, la progettazione integrata territoriale, l’integrazione multisettoriale degli interventi e la messa in rete degli attori istituzionali locali.

Ente responsabile

  • Sono soggetti beneficiari del presente Avviso i partenariati di progetto composti da Enti pubblici, nello specifico:

    1. Unioni di Comuni e Comuni classificati “montani” o “parzialmente montani” coerentemente con la DGR 8 maggio 2014 n. X/1974;
    2. Comunità Montane;
    3. Enti Parco, limitatamente ai territori dei comuni “montani” e “parzialmente montani”;

    Sono esclusi, ai sensi dell’art. 5bis della l.r. 25/2007, i comuni:

    • della provincia di Sondrio;
    • della provincia di Pavia in quanto provincia con territorio montano inferiore al 30% del territorio provinciale;
    • della provincia di Brescia confinanti con la provincia di Trento come individuati nell’allegato A alla delibera n. 4 del 1° ottobre 2021del Comitato Paritetico del Fondo Comuni Confinanti.

    Il Capofila della proposta, da individuarsi fra i soggetti sottoscrittori, può essere una Comunità Montana, un’Unione di Comuni o un Comune designato dal partenariato locale che coordina l’attuazione della strategia, anche per gli aspetti di monitoraggio e rendicontazione finanziaria, e costituisce interfaccia di Regione in tutte le fasi.

    La proposta di strategia deve pervenire a Regione Lombardia da parte del Capofila ed essere sottoscritta da almeno cinque Enti facenti parte di un ambito territoriale omogeneo, inteso quale porzione di territorio avente caratteristiche morfologiche, sociali ed economiche simili.

  • Oggetto del presente Avviso è la selezione di strategie di sviluppo locale attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva del partenariato locale, la programmazione dal basso, la progettazione integrata territoriale, l’integrazione multisettoriale degli interventi e la messa in rete degli attori istituzionali locali.

    Obiettivo generale è la definizione e la realizzazione di strategie locali che abbiano una rilevanza sovracomunale, atte a:

    • Migliorare l’implementazione delle politiche a favore delle aree montane al fine di contrastare fenomeni di isolamento e abbandono;
    • Elaborare strategie di sviluppo sostenibile e resiliente;
    • Promuovere una maggiore qualità della progettazione locale.

    Le strategie, corredate da un piano di azione che traduce gli obiettivi strategici in una serie di interventi da realizzarsi sui territori individuati dalle stesse, sono attuate attraverso apposito Accordo di collaborazione tra Regione Lombardia e i soggetti pubblici coinvolti, mediante l’individuazione di un soggetto capofila. Eventuali privati e soggetti del terzo settore possono aderire all’Accordo, secondo quanto riportato al paragrafo A.3 dell'Avviso.

  • 14.268.000,00 euro
  • Il contributo concesso è in capitale a fondo perduto.

    L'ammontare dei contributi è commisurato al valore degli interventi ammessi a contributo e non può superare, per ogni singolo intervento, il 50% della spesa ritenuta ammissibile.

    Per gli interventi che vedono come Ente proprietario i comuni con popolazione residente fino a 5.000 abitanti (risultante dall'ultimo dato ufficiale disponibile dell'Istituto nazionale di statistica), gli Enti parco e le Comunità Montane sono concessi contributi sino al 90% della spesa ritenuta ammissibile.

    Nel caso di interventi previsti dalla proposta di Strategia che si sviluppano nel territorio di più Enti caratterizzati da limiti di contribuzione differenti, la percentuale massima di contribuzione regionale è pari al 50%.

    La dimensione finanziaria della Strategia non deve superare l’importo di € 3.500.000,00.

    L’importo di ogni singolo intervento non deve essere inferiore a € 200.000,00. Lo stesso intervento potrà essere composto da più lotti funzionali ma in ogni caso dovrà essere oggetto di un’unica progettualità e di un’unica gara d’appalto.

    Nel caso di infrastruttura lineare è consentita la presentazione di interventi avente ad oggetto anche più tratti distinti e separati di una singola infrastruttura, purché oggetto di un singolo intervento (medesimo CUP).

    Le spese devono essere riconducibili alle fattispecie di cui all’art. 3 comma 18 della legge 24 dicembre 2003 n. 350.

    Il dettaglio delle spese ammissibili e di rendicontazione delle stesse è definito dal presente Avviso.

  • Intervento che non costituisce aiuto di stato, Regime de minimis, Regime di aiuti autorizzato a seguito di notifica
  • La domanda deve essere presentata esclusivamente mediante la piattaforma Bandi online, all’indirizzo https://www.bandi.regione.lombardia.it/procedimenti/new/bandi/home (come da modello di cui agli allegati 2 dell'avviso).

    Le domande pervenute con modalità diverse rispetto a quanto previsto nell’Avviso (es. in formato cartaceo o inviate tramite fax o posta elettronica) sono dichiarate inammissibili ed escluse.

    Alla domanda di ammissione alla valutazione della strategia (Allegato 2 generato automaticamente dal sistema informatico) è necessario allegare la seguente documentazione firmata digitalmente:

    1. Elaborato progettuale contenente i seguenti elementi minimi:
    • la definizione del territorio e della popolazione interessati dalla strategia;
    • un’analisi delle esigenze di sviluppo e delle potenzialità del territorio, compresi i punti di forza e di debolezza, e un’analisi delle opportunità e delle minacce;
    • una descrizione della strategia complessiva e dei suoi obiettivi che deve avere un orizzonte ampio e indicare le azioni ritenute necessarie per incidere sul territorio, in coerenza con gli obiettivi fissati dalla legge regionale n. 25/2007 e delle finalità di cui al paragrafo A.1;
    • un piano d’azione che traduca gli obiettivi in progetti (in ordine di priorità);
    1. Schede intervento (Allegato 3 dell'avviso);
    2. Cronoprogramma di attuazione della Strategia (Allegato 4 dell'avviso);
    3. Quadro economico generale della strategia (Allegato 5 dell'avviso);
    4. Piano di monitoraggio (Allegato 6 dell'avviso);
    5. Elaborati grafici e cartografia in formato “Shapefile” georeferenziata in sistema geodetico UTM32N WGS84, indicante la precisa localizzazione degli interventi relativi alla strategia proposta di scala adeguata a rappresentare gli elementi ed interventi oggetto di valutazione e:
    • i confini amministrativi dei Comuni, delle Province e della/delle Comunità Montane;
    • gli elementi di contesto necessari ad inquadrare la strategia nella sua dimensione territoriale;
    • la localizzazione degli interventi rientranti nella Strategia proposta;
    1. Delega alla sottoscrizione digitale e presentazione telematica della domanda di presentazione, nel caso in cui il firmatario sia un soggetto dell’Ente Capofila diverso dal legale rappresentante;
    2. Copia dei provvedimenti adottati da ciascun Ente di delega al Capofila alla presentazione e sottoscrizione della proposta di Strategia e di impegno al cofinanziamento per quanto di competenza;
    3. Nel caso di interventi riguardanti impianti di illuminazione pubblica in assenza del Piano dell’Illuminazione Comunale approvato ai sensi della l.r. 17/2000, in applicazione dell’art. 11 della l.r. 31/2015, presentazione, con riferimento all’ambito di intervento, di:
    • censimento delle categorie illuminotecniche, dei flussi di traffico e degli indici di declassamento relativi al comparto viario;
    • ricognizione dello stato di fatto degli eventuali impianti esistenti di pubblica illuminazione esterna da riqualificare e dei relativi dati di proprietà;

    verifica della rispondenza ai requisiti normativi vigenti, con particolare riferimento agli aspetti inerenti alla sicurezza, e delle eventuali criticità.

  • Valutativa a graduatoria.

    In caso di parità di punteggio, prevale l’ordine cronologico di presentazione della domanda.

    La graduatoria delle domande ammissibili ma non finanziate resta valida per un periodo di 24 mesi a partire dalla data di approvazione della graduatoria.

  • Per le richieste di assistenza sull’utilizzo del servizio on line della piattaforma Bandi Online e per i quesiti di ordine tecnico sulle procedure informatizzate è possibile contattare il Call Center di Aria spa tramite e-mail bandi@regione.lombardia.it o al numero verde 800.131.151, operativo da lunedì al sabato, esclusi i festivi.

    Qualsiasi informazione relativa ai contenuti del presente Avviso e agli adempimenti connessi potrà essere richiesta a:

    REGIONE LOMBARDIA - DG Enti Locali, Montagna e Piccoli Comuni - U.O. Interventi di sviluppo dei territori montani, risorse energetiche e rapporti con le Province autonome

    Elena Brivio – tel. 02.6765.2284 

    Serena Righini – tel. 02.6765.3485 

    Riccardo Girola – tel. 02.6765.5588 

    E-mail: valli_prealpine@regione.lombardia.it  

(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati

Comunicazioni

Enti e operatori

26/07/2022

Bando: Manifestazione d'interessi per la selezione di nuove Strategie per lo sviluppo delle Valli Prealpine


Proroga dei termini di presentazione delle domande al 15 settembre 2022


Si comunica che con decreto 10965 del 25 luglio 2022 il termine per la presentazione delle domande nell'ambito dell'avviso di manifestazione d'intersse per la selezione di nuove strategie per ...

Dario,<br /> il tuo assistente digitale
Dario,
il tuo assistente digitale