Aperto Bando
Attrattività, Turismo, Comuni, MarketingTerritoriale

Bando ALL - Attrattività Locale Lombardia

Bandi online

Bando ALL - Attrattività Locale Lombardia
Enti e operatori

La misura intende sostenere i Comuni lombardi nella realizzazione di progetti di valorizzazione e riqualificazione di beni immobili di proprietà pubblica, con l’obiettivo di accrescere l’attrattività e l’accessibilità dei territori dal punto di vista turistico, economico e sociale. In particolare, i progetti devono essere orientati alla sostenibilità e prevedere interventi in grado di incrementare il patrimonio pubblico con finalità di marketing territoriale.

Ente responsabile

Leggi di più
  • Possono presentare domanda di contributo i Comuni lombardi, esclusi i capoluoghi. Ogni soggetto può presentare una sola domanda.
  • La misura finanzia interventi di costruzione, ristrutturazione e manutenzione straordinaria di beni immobili con la finalità di incrementare il patrimonio pubblico favorendo la crescita dell’attrattività dell’area di riferimento e la migliore fruizione dell’offerta turistica presente o potenziale.
    Il bene immobile deve essere localizzato in Lombardia ed essere di proprietà del Comune ovvero di proprietà del Demanio dello Stato o di altra Amministrazione pubblica e nella disponibilità esclusiva del medesimo Comune istante in virtù di un titolo che ne legittimi la detenzione o il possesso per un periodo di almeno 10 anni.

    Gli interventi proposti devono avere un livello di progettazione definitiva o esecutiva.

    Sono ammissibili al contributo le seguenti voci di spesa:

    • spese tecniche di progettazione (nella misura massima del 8% delle spese ammissibili), direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, collaudo;
    • realizzazione di opere e lavori (a titolo esemplificativo: opere e lavori edili, strutturali e impiantistici, ristrutturazione e ammodernamento dei locali, etc.);
    • acquisizione di beni capitali e immobilizzazioni materiali e immateriali (ad esempio: arredi, attrezzature e dispositivi tecnologici, software, etc.) complementari all’intervento sul bene immobile.

    Le spese devono essere sostenute a partire dalla data di pubblicazione del bando sul BURL ed entro la data di presentazione della rendicontazione, non oltre il 30 settembre 2023.

  • La dotazione finanziaria complessiva è pari a € 3.300.000,00 per il biennio 2022-2023, così suddivise:

    • € 2.145.000,00 a valere sull’esercizio finanziario 2022;
    • € 1.155.000,00 a valere sull’esercizio finanziario 2023.
  • L’agevolazione si configura come contributo a fondo perduto fino a un massimo di € 150.000, pari al 80% delle spese ritenute ammissibili. La spesa minima ammissibile è di € 60.000.

    L’erogazione del contributo sarà effettuata in due tranche :

    • Acconto pari al 65% del contributo assegnato, obbligatorio a seguito di accettazione, che verrà liquidato entro 60 giorni dall’accettazione;
    • Saldo pari al restante 35% del contributo assegnato, liquidato entro 60 giorni dalla presentazione della rendicontazione.
  • I soggetti beneficiari, in fase di presentazione della domanda, dovranno qualificare il progetto come non rilevante per l’applicazione della Disciplina Europea Aiuti di Stato o come aiuto ai sensi del Regolamento (UE) 1407 del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis”. Qualora il progetto sia qualificato dal richiedente come non rilevante per l’applicazione della disciplina europea in materia di aiuti di Stato, il soggetto beneficiario dovrà fornirne la motivazione in fase di compilazione della domanda.
  • La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi Online  dalle ore 10.00 del 10 maggio 2022 ed entro le ore 12.00 del 10 giugno 2022.

    L’accesso alla piattaforma informativa Bandi Online di Regione Lombardia è consentito solo mediante autenticazione via SPID, CNS o CIE.

    Per maggiori dettagli sulla documentazione da allegare in sede di presentazione della domanda si rinvia al paragrafo C.1 del bando.

     

  • L’istruttoria delle domande prevede una fase di verifica di ammissibilità formale e una fase di valutazione di merito dei progetti e si concluderà entro 120 giorni dal termine per la presentazione delle domande. 

    La valutazione di merito dei progetti sarà effettuata a cura di un apposito Nucleo di Valutazione, secondo i seguenti criteri:

    • qualità ed efficacia del progetto (obiettivi, strategia, target);
    • creazione valore aggiunto per il territorio lombardo di riferimento;
    • coerenza del piano di investimento in relazione all’intervento proposto.

    Le domande saranno valutate in base al punteggio totale conseguito su un massimo di 100 punti.

    Per i progetti che hanno già totalizzato il punteggio minimo di 60 su 100 punti, sono previste le seguenti premialità:

    • punteggio pari a 5 per i progetti che insistono su Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti;
    • punteggio pari a 5 per i progetti che riqualificano gli immobili già esistenti in ottica di rigenerazione urbana.
  • Qualsiasi informazione relativa ai contenuti del bando e agli adempimenti ad esso connessi potrà essere richiesta via e-mail al seguente indirizzi di posta bandoall@finlombarda.it.

    Per le richieste di assistenza alla compilazione online e per i quesiti di ordine tecnico sulle procedure informatizzate è possibile contattare il Call Center al numero verde 800.131.151 operativo da lunedì al sabato, escluso i festivi:

    • dalle ore 8.00 alle ore 20.00 per i quesiti di ordine tecnico
    • dalle ore 8.30 alle ore 17.00 per richieste di assistenza tecnica
(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati

Dario,<br /> il tuo assistente digitale
Dario,
il tuo assistente digitale