Aperto Bando
De impermeabilizzazione, Aree verdi, Contributo, Cambiamenti climatici, Università, Rinverdimento

PIANO LOMBARDIA - INTERVENTI DI DE-IMPERMEABILIZZAZIONE E RINVERDIMENTO DI AREE PUBBLICHE PER LA MITIGAZIONE E L’ADATTAMENTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI

Bandi online

PIANO LOMBARDIA - INTERVENTI DI DE-IMPERMEABILIZZAZIONE E RINVERDIMENTO DI AREE PUBBLICHE PER LA MITIGAZIONE E L’ADATTAMENTO AI CAMBIAMENTI CLIMATICI
Enti e operatori

CONTRIBUTI ALLE UNIVERSITA’ PER LA DE-IMPERMEABILIZZAZIONE E L’INCREMENTO DELLE COPERTURE VEGETALI PER MITIGARE GLI IMPATTI DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Ente responsabile

Leggi di più
  • Possono partecipare al bando le Università pubbliche per le sedi universitarie situate in Regione Lombardia
  • L’intervento di incentivazione, in attuazione della dgr 5902 del 31 gennaio 2022, è destinato a promuovere l’incremento delle superfici di  de-impermeabilizzate e coperte con specie vegetali, al fine di mitigare gli impatti dei cambiamenti climatici nelle aree urbane.

    Il bando è rivolto alle Università pubbliche presenti sul territorio regionale, affinché realizzino interventi di de-impermeabilizzazione e di rinverdimento delle aree di loro proprietà, con inclusa l’eventuale realizzazione di tetti verdi sugli edifici esistenti.

  • In sede di presentazione della domanda su bandi online verrà richiesta la dichiarazione del Rettore dell’Università, sottoscritta digitalmente, che attesti:

    • la volontà di partecipazione al bando regionale;
    • la capacità di finanziamento della quota non coperta dal contributo regionale;
    • la proprietà delle aree oggetto di intervento. Qualora una o più aree siano di proprietà di altri soggetti pubblici, alla  dichiarazione dovrà essere allegata la convenzione che assicuri la disponibilità dell’area all’Università richiedente per un periodo di almeno 10 anni, decorrenti dalla pubblicazione del presente bando, e l‘assenso alla realizzazione del progetto proposto.

    Alla domanda dovranno essere allegati:

    1) una relazione descrittiva in cui siano riportate le motivazioni specifiche per la scelta dell’area o delle aree, la rispettiva superficie, le previsioni relative al rifacimento delle coperture con nuovi materiali drenanti e con materiale vegetale, gli eventuali interventi sugli alberi e gli arbusti esistenti, la previsione del loro incremento;

    2) una o più planimetrie che illustrino lo stato ante e post intervento;

    3) una o più tavole con il rendering dell’area, o delle aree, post intervento;

    4) un quadro economico che quantifichi le spese previste per le singole attività in cui si articola l’intervento.

    Tutta la documentazione di cui ai punti precedenti dovrà essere allegata in formato PDF e dovrà essere sottoscritta da uno o più  professionisti, iscritti a uno dei seguenti ordini, albi o collegi professionali:

    • Ordine degli ingegneri
    • Ordine degli architetti
    • Ordine dei geologi
    • Collegio dei geometri
    • Albo dei Biologi (Sezione B)
    • Albo dei Periti agrari
    • Albo degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati
  • Le risorse a disposizione dell’iniziativa ammontano a 4.000.000€, e sono ripartite come segue:

    • 2.000.000€ sull’esercizio 2022;
    • 2.000.000€ sull’esercizio 2023.
  • Il contributo coprirà l’80% dei costi previsti, fino al massimo di 2.000.000€, fatta salva la possibilità di incrementare il suddetto importo, qualora i progetti approvati non esauriscano tutto lo stanziamento di 4.000.000€. In tal caso, si procederà alla ripartizione dell’avanzo tra i progetti idonei, fermo restando il limite di contribuzione dell’80% rispetto ai costi ammissibili previsti.

    L'erogazione del contributo avverrà in due rate così suddivise:

    1. 50% a seguito della presentazione, entro il 31.10.2022, del progetto esecutivo approvato dall’organo competente dell’Università;
    2. 50% a seguito della conclusione dei lavori, previa approvazione della rendicontazione finale da parte della Regione.

     

  • Le attività oggetto del contributo non rientrano nell’applicabilità delle disposizioni in materia di aiuti di Stato, ai sensi di quanto previsto nella Comunicazione della Commissione Europea sulla nozione di aiuto di Stato di cui all'art.107.1 del TFUE (2016/C 262/01).
  • La domanda di partecipazione al presente bando deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandionline all’indirizzo: www.bandi.regione.lombardia.it.

    Si accede esclusivamente con proprie credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

    La domanda su bandi online deve essere sottoscritta dal Legale rappresentante.

     

  • La procedura di selezione utilizzata si comporrà di :

    • una fase di verifica di ammissibilità formale;
    • una fase di valutazione tecnica.

    La procedura di valutazione inizierà con la verifica della completezza della documentazione di cui al punto C1 del bando, a cui seguirà l’analisi tecnica degli elaborati e l’attribuzione di un punteggio. L’assegnazione del contributo avverrà sulla base di una graduatoria di merito, basata sulla valutazione dei progetti pervenuti entro la scadenza di cui al punto C1 del bando e sul punteggio attribuito a ciascuno di essi.

  • Casella di posta elettronica dedicata:  alice_tura@regione.lombardia.it.

    Numero verde per l’assistenza tecnica su Bandi online: 800 131 151 oppure bandi@regione.lombardia.it.

     

(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati

Dario,<br /> il tuo assistente digitale
Dario,
il tuo assistente digitale