Avviso Unico Cultura 2018: Ambito Lingua Lombarda e Patrimonio immateriale

Bandi online

Domande dal: 08/03/2018 , ore 10:30

Scade il: 19/04/2018 , ore 16:30

Codice: RLL12018004502

Regione Lombardia intende sostenere per l'anno 2018 progetti di valorizzazione della lingua lombarda e del patrimonio immateriale.

Ente responsabile

  • I destinatari dei contributi sono:

     
      enti locali singoli o associati, enti e istituzioni ecclesiastiche, altri enti pubblici, enti ed associazioni ai quali partecipino enti locali, soggetti privati aventi la disponibilità dei beni culturali
      enti, associazioni e fondazioni, e altri soggetti che operino in ambito culturale senza fine di lucro
      istituzioni culturali di interesse regionale, ecomusei riconosciuti, università, istituti scolastici, centri di ricerca, accademie, conservatori e istituzioni culturali di interesse nazionale con sede in Regione Lombardia


     I soggetti beneficiari di contributi per l’organizzazione di manifestazioni rituali e festive tradizionali - Linea 2 - devono dimostrarne la titolarità organizzativa e/o amministrativa e contabile al fine di ottenere la  concessione dell’eventuale contributo.

  • Invito alla presentazione di progetti per la valorizzazione della lingua lombarda e del patrimonio immateriale, con l’obiettivo di promuovere la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, riconoscere il valore storico e culturale di manifestazioni rituali e festive tradizionali, promuovere la conoscenza e la diffusione del patrimonio linguistico lombardo, favorire la trasmissione del patrimonio culturale immateriale e favorire il coinvolgimento delle comunità attraverso la loro diretta partecipazione a progetti di salvaguardia del proprio patrimonio.

    Sono previste le seguenti  linee di intervento:

     Linea 1. Lingua lombarda attraverso le sue varietà locali per progetti che riguardano:


      produzione di ricerche, studi, documentazione contemporanea e storica, con priorità per la toponomastica georeferenziata e la creazione di inventari dei toponimi
      azioni educative e progetti didattici finalizzati alla valorizzazione della lingua lombarda nelle sue varianti
      organizzazione e promozione di iniziative e manifestazioni per la divulgazione della lingua lombarda e delle sue varianti


     Linea 2. Manifestazioni rituali e festive tradizionali per progetti che riguardano:


      attività di organizzazione e promozione della manifestazione
      produzione di ricerche, studi, documentazione sonora e/o visiva, acquisizione di archivi familiari, documentazione storica
      produzione di documentazione multimediale di qualità
      redazione di testi e montaggio di documentazione audiovisiva finalizzati all’implementazione delle schede dell’Inventario del patrimonio culturale immateriale (<a class=external-link href=http://www.intangiblesearch.eu target=_blank>www.intangiblesearch.eu )
      partecipazione a rassegne, eventi culturali o iniziative di interscambio culturale in ambito europeo e internazionale


     Linea 3. Progetti di salvaguardia con priorità per le tematiche relative al gioco tradizionale e alla cultura alimentare tradizionale in ambito alpino, macroregionale ed europeo  per progetti che riguardano:


      azioni di salvaguardia del patrimonio culturale immateriale, che coinvolgano direttamente le comunità di interesse, di pratica o d’azione anche in attività di formazione attiva, di ricerca sul campo e/o di valorizzazione dei beni immateriali o attraverso l’organizzazione di forum tematici o territoriali che possano coinvolgere reti associative, istituti scolastici, operatori culturali e turistici
      produzione di studi, ricerche e documentazione sonora e /o visiva, acquisizione e digitalizzazione di documentazione storica e familiare
      redazione di testi e montaggio di documentazione audiovisiva finalizzati all’ l’implementazione delle schede dell’Inventario on line del patrimonio culturale immateriale (<a class=external-link href=http://www.intangiblesearch.eu target=_blank>www.intangiblesearch.eu )
      produzione di documentazione multimediale di qualità


     Criteri di selezioni
    La selezione dei progetti avverrà mediante una procedura di tipo valutativo sulla base di specifici criteri per la cui consultazione si rimanda all’Allegato A11 dell’Avviso Unico (punto C.3 -  Istruttoria).

  • 570.000,00
  • Il progetto dovrà avere un costo complessivo compreso tra  €10.000 e  € 60.000; il soggetto richiedente dovrà garantire un cofinanziamento non inferiore al 25% del costo complessivo del progetto.

    Il soggetto richiedente dovrà garantire un cofinanziamento minimo pari al 25% del costo totale del progetto; il cofinanziamento potrà essere garantito da risorse proprie o da finanziamenti di soggetti terzi, pubblici e/o privati. Il contributo regionale assegnato potrà risultare inferiore a quanto richiesto e comunque non superiore al 75% del costo del progetto indicato nella domanda.

  • Intervento che non costituisce aiuto di stato
  • Le domanda di partecipazione al bando dovrà essere presentata dal Soggetto richiedente  obbligatoriamente in forma telematica, pena la non ammissibilità, per mezzo del Sistema Informativo Si.Age disponibile all’indirizzo: <a class=external-link href=http://www.siage.regione.lombardia.it target=_blank>www.siage.regione.lombardia.it   seguendo le fasi della procedura indicate nell’ Allegato A (punto C).

    La  procedura on line sarà disponibile  dal giorno 8 marzo 2018, ore 10.30 e  fino al giorno 19 aprile 2018, ore 16.30, orario in cui la procedura si chiuderà definitivamente.
    Le domande trasmesse al di fuori dei termini e con modalità differenti rispetto a quanto sopra indicato saranno considerate inammissibili.   

    La proposta progettuale deve essere inviata nella procedura informatica in campi predefiniti corredata dai seguenti allegati (in formato pdf):


      Relazione di Progetto
      Budget preventivo di progetto
      Solo per i soggetti beneficiari di contributi per l’organizzazione di manifestazioni rituali e festive tradizionali – Linea 1: dichiarazione della titolarità organizzativa e/o amministrativa e contabile della manifestazione per la quale si richiede il contributo
      CV del referente responsabile del progetto e di eventuali altri soggetti coinvolti


     Dovranno essere allegati, inoltre, i seguenti documenti in formato pdf:


      Copia dell’atto costitutivo e dello statuto vigenti (sono esclusi gli enti pubblici);
      Eventuale delega o procura per firma (se non firma il legale rappresentante)
      Dichiarazione dell’applicazione della ritenuta del 4 % prevista dal secondo comma dell’art. 28 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600

  • A sportello
  • Responsabile del procedimento è il dirigente della Struttura Patrimonio culturale e Imprese culturali.

     Per informazioni riferite al bando: 
    e-mail <a href=mailto:legge25patrimonioimmateriale@regione.lombardia.it>legge25patrimonioimmateriale@regione.lombardia.it 

     Grazia Aldovini,  tel. 02 6765 5662
     Donatella Biancardi,  tel. 02 6765 5807
     Maria Agostina Lavagnino,  tel. 02 6765 3708
     Renata Meazza,  tel. 02 6765 2603

      Link utili

    <a class=external-link href=http://www.intangiblesearch.eu target=_blank>www.intangiblesearch.eu  
    <a class=external-link href=http://www.aess.regione.lombardia.it/ricerca target=_blank>www.aess.regione.lombardia.it/ricerca  
    <a class=external-link href=https://ich.unesco.org/ target=_blank>ich.unesco.org/  

     Per informazioni sulla procedura Si.Age:
    N° verde 800131151
    e-mail: <a href=mailto:siage@regione.lombardia.it>siage@regione.lombardia.it 

    Le  iniziative di comunicazione e l’ utilizzo  del marchio di Regione Lombardia sui materiali promozionali dei progetti finanziati devono essere concordati scrivendo a  <a href=mailto:comunicazione_culture@regione.lombardia.it>comunicazione_culture@regione.lombardia.it  e con la Struttura Patrimonio culturale e Imprese culturali.
    Riferimento al BURL: Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia (BURL) Serie Ordinaria n. 9 - 1 marzo 2018.

(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.