Aperto Bando
Biblioteche, Musei, Siti UNESCO, Patrimonio culturale, Itinerari culturali, Luoghi della cultura, Comuni, Enti locali, Teatro, Piano lombardia, Istituti culturali, Cinema, Sale da spettacolo

PIANO LOMBARDIA 2021-2022 – Bando per l’assegnazione di contributi per la valorizzazione del patrimonio pubblico lombardo a fini culturali: innovazione e sostenibilità

Bandi online

PIANO LOMBARDIA 2021-2022 – Bando per l’assegnazione di contributi per la valorizzazione del patrimonio pubblico lombardo a fini culturali: innovazione e sostenibilità
Enti e operatori

Bando finalizzato al sostegno per la realizzazione di interventi di valorizzazione del patrimonio pubblico lombardo, di proprietà o nella disponibilità di amministrazioni locali, che rivesta interesse culturale o che ospiti attività culturali, quale incentivo agli investimenti per la ripresa economica

Ente responsabile

Leggi di più
  • Amministrazioni locali del territorio lombardo riportate nell’“Elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato individuate ai sensi dell’articolo 1, comma 3 della legge 31 dicembre 2009, n. 196 e ss.mm. (Legge di contabilità e di finanza pubblica)”. L’elenco delle amministrazioni locali del territorio lombardo, di cui al punto precedente, è pubblicato sul portale ISTAT alla pagina https://www.istat.it/it/archivio/190748.

    Tali amministrazioni locali dovranno essere proprietarie o avere la disponibilità, comprovata e duratura, dei beni rientranti nelle tipologie ammesse all’intervento e destinati, o da destinare, alla fruizione pubblica a fini culturali.

  • Regione Lombardia, ai sensi della l.r. 25/2016 “Politiche regionali in materia culturale - Riordino normativo”, intende valorizzare:

    • il patrimonio culturale, i luoghi e gli istituti culturali, gli itinerari culturali riconosciuti
    • le sale di spettacolo, le sale polivalenti ad uso culturale, gli spazi di proprietà pubblica per ospitalità, residenza e creazione degli artisti


    In particolare il bando intende promuovere e favorire interventi che assicurino:

    • la conservazione dei beni
    • l’adeguamento strutturale
    • l’innovazione tecnologica
    • l’accessibilità
    • la sostenibilità ambientale ed energetica
    • la rigenerazione urbana
    • la piena fruizione e conoscenza dei luoghi e dei contenuti culturali
  • La domanda di contributo deve essere corredata da:

    • modulo di domanda di contributo sottoscritto dal legale rappresentante o suo delegato (il documento sarà scaricabile in procedura Bandi online al termine della compilazione)
    • scheda progetto (format scaricabile dalla piattaforma)
    • per le opere, progetto definitivo redatto da tecnico abilitato ed elaborato secondo la normativa vigente
    • per l’acquisizione di attrezzature: preventivi dettagliati e prospetto analitico e riepilogativo delle spese
    • prospetto complessivo dei costi degli interventi, dettagliati per tipologia
    • ove ricorre il caso, ai sensi del D.Lgs. 42 del 2004 e ss.mm.ii, copia dell’autorizzazione rilasciata dalla competente Soprintendenza (in mancanza di autorizzazione già ottenuta è ammessa la presentazione della richiesta di autorizzazione inoltrata alla competente Soprintendenza e protocollata).


    Si evidenzia il necessario rispetto delle vigenti disposizioni in tema di CUP (Codice Unico di Progetto), quale elemento di tracciatura delle operazioni contabili connesse al progetto.

  • Le risorse finanziarie regionali disponibili ammontano complessivamente a € 10.037.500 a valere su“Investimenti in campo culturale ad amministrazioni locali - fondo ripresa economica” del Bilancio 2022.
  • Contributo a fondo perduto.

    Regione Lombardia concederà un contributo pari al 100% di quanto richiesto dal soggetto in fase di adesione, a fronte del rispetto della soglia minima di importo del progetto e delle spese ammissibili.

    La dimensione finanziaria dei singoli progetti non potrà essere inferiore a € 200.000 e Regione Lombardia potrà concedere contributi compresi tra un minimo di € 200.000 e un massimo di € 1.000.000.

    Il soggetto richiedente può prevedere un cofinanziamento, che dovrà essere garantito attraverso risorse proprie o di soggetti terzi, pubblici e/o privati. Il cofinanziamento non potrà essere costituito da altre agevolazioni finanziarie concesse da Regione Lombardia e dovrà rispettare i limiti previsti dalla normativa sugli aiuti di stato, se ricorrente.

  • Sarà valutato caso per caso il regime di aiuti di Stato applicabile ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 e del Regolamento (UE) n. 651/2014.
  • La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online all’indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it a partire dalle ore 10:00 del 18/10/2021 ed entro le ore 16:00 del 13/01/2022.

    Il soggetto richiedente deve disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata, valido e funzionante, che sarà utilizzato per le comunicazioni formali da parte di Regione Lombardia.

    La mancata osservanza delle modalità di presentazione della domanda e il mancato caricamento elettronico dei documenti costituiranno causa di inammissibilità.

  • I contributi regionali saranno assegnati con procedura valutativa a graduatoria, fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

    In relazione alle risorse disponibili e alla posizione in graduatoria si determinerà l’elenco degli interventi oggetto di contributo.

(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati

Dario,<br /> il tuo assistente digitale
Dario,
il tuo assistente digitale