Aperto

Bando per l'assegnazione di contributi per interventi in favore delle vittime del reato di usura e di estorsione - Riapertura sportello

Bandi online

Domande dal: 04/10/2018 , ore 00:00

Codice: RLO12020012488

Il bando sostiene iniziative di contrasto al fenomeno dell'usura e dell'estorsione e di solidarietà alle vittime di tale reato. Domande fino a esaurimento risorse.

Ente responsabile

  • Titolari di un’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o comunque economica, ovvero di una libera arte o professione.

    Il contributo non può essere concesso prima del decreto che dispone il giudizio nel relativo procedimento penale.

  • Nell'ambito degli interventi di sostengo alle vittime del reato di usura e estorsione i soggetti beneficiari devono presentare un programma di investimento per il rilancio della propria attività imprenditoriale o per l'avvio di una nuova attività.

    Le spese previste devono essere attinenti al programma di riavvio/rilancio dell'attività economica con esclusione dei debiti contratti precedentemente alla data di presentazione della domanda.

  • € 120mila per il Bando a favore delle imprese vittime di usura e/o di estorsione

    € 150mila per le iniziative di prevenzione e assistenza legale e professionale (sul triennio 2018-2020)

  • Gli interventi a sostegno delle vittime del reato di usura o di estorsione, a titolo di indennizzo parziale dei danni subiti a caso e in conseguenza del reato sono costituiti da contributo a fondo perduto.

    Il valore massimo del contributo è pari a € 20.000,00 e comunque non potrà superare il valore degli investimenti previsti nel programma di riavvio/rilancio della propria attività economica e l’entità del danno subito/dichiarato.

    Per poter accedere ai benefici previsti devono presentare un programma di investimento per il rilancio della propria attività imprenditoriale o per l’avvio di una nuova attività.

    Il contributo sarà erogato in un unica soluzione a fronte della rendicontazione delle spese sostenute.

  • Intervento che non costituisce aiuto di stato
  • La domanda deve essere presentata utilizzando l’apposita modulistica pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (B.U.R.L.) e disponibile in allegato per il download.
    Non sono ammesse domande presentate utilizzando una modulistica diversa da quella appositamente predisposta.
    La domanda può essere presentata tramite:
    - posta elettronica certificata firmata digitalmente all’indirizzo: sviluppo_economico@pec.regione.lombardia.it con indicato in oggetto: Bando per l’assegnazione di finanziamenti per interventi in favore delle vittime del reato di usura o di estorsione;
    - servizio postale (nel caso di spedizione con raccomandata A/R farà fede la data di spedizione indicata sul timbro postale);
    - consegna a mano al Protocollo Generale della Giunta Regionale della Lombardia 20124 Milano - via Francesco Restelli 2 oppure presso gli sportelli delle sedi territoriali regionali.
    In questi ultimi due casi la busta dovrà essere indirizzata a Regione Lombardia – Direzione Generale Sviluppo Economico con indicato: Bando per l’assegnazione di finanziamenti per interventi in favore delle vittime del reato di usura o di estorsione.

    Lo sportello per la presentazione delle domande, attivo dal 04 ottobre 2018, rimarrà aperto fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

  • A sportello
(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati

Comunicazioni

Imprese

05/10/2018

Bando per l'assegnazione di contributi per interventi in favore delle vittime del reato di usura e di estorsione - Riapertura sportello

Riaperto lo sportello del bando a favore delle imprese vittime dei fenomeni di usura ed estorsione


Per dare attuazione alla Legge Regionale 17/2015 Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto della criminalità organizzata e per la promozione della cultura della legalit&agr...