Chiuso Bando
Enti locali, Contributo, Famiglie, Lavoro, Imprese

Interventi di Conciliazione e Welfare Aziendale

Bandi online

L’iniziativa è rivolta a partenariati pubblico-privati composti da almeno quattro enti. Uno dei componenti del partenariato deve essere obbligatoriamente un ente pubblico e due devono essere obbligatoriamente micro e/o piccole imprese.

Ente responsabile

  • L’iniziativa è rivolta a partenariati pubblico-privati composti da almeno quattro enti, e almeno un ente pubblico, di cui due devono obbligatoriamente essere una micro e/o piccola impresa, appartenenti a categorie tra quelle seguenti:

    - Enti pubblici (es. Ambiti territoriali – enti capofila dell’accordo di programma, Comuni singoli, Unioni di Comuni, Comunità Montane, Aziende speciali, etc..);

    - Enti del privato non profit, compresi gli Enti del Terzo settore iscritti al Runts;

    - Associazioni datoriali;

    - Imprese:

    - Microimpresa (nella categoria delle PMI si definisce microimpresa un'impresa che occupa meno di 10 persone e realizza un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di EUR) di cui all’Allegato I del Regolamento UE 651 del 17/06/2014, iscritte alla CCIAA1;

    - Piccola impresa (nella categoria delle PMI si definisce piccola impresa un'impresa che occupa meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di EUR) di cui all’Allegato I del Regolamento UE 651 del 17/06/2014, iscritte alla CCIAA.

    Nel caso siano capofila dovranno avere sia sede legale che operativa in Regione Lombardia.

    È possibile presentarsi in qualità di capofila e partner su più progetti.

    L’adesione da parte dell’ente pubblico potrà avvenire come beneficiario (in qualità di capofila o partner effettivo) o come partner aderente (ad es. con una lettera di adesione).

    ATS non potrà, in quanto soggetto gestore, aderire a nessuna iniziativa né in qualità di capofila né di partner.

     

  • L’obiettivo dell’intervento consiste nel favorire la diffusione di iniziative di welfare aziendale, la corresponsabilità dei compiti di cura, l’armonizzazione tra vita privata e vita professionale anche al fine di garantire una maggiore parità tra uomini e donne, nel lavoro e nell’accesso alle opportunità, promuovendo ad esempio misure di lavoro flessibile, servizi di assistenza/supporto al caregiver familiare e per la cura dei figli anche in periodi di chiusura scolastica oppure servizi salva tempo.

    Destinatari delle azioni progettuali sono dipendenti, e le loro famiglie, delle micro e piccole imprese coinvolte che hanno almeno una sede operativa nel territorio di Regione Lombardia.

    Le risorse disponibili ammontano complessivamente a € 5.050.000 ripartite tra le ATS in misura del 30% in parti uguali e del 70% in base alla popolazione generale da ultimo dato ISTAT disponibile. Il contributo regionale per ogni progetto di durata annuale è concesso fino ad un massimo del 70% del costo complessivo e comunque non superiore a € 50.000.

  • Per presentare la domanda di partecipazione al Bando è necessario essere registrati e validati a sistema.

    La registrazione deve essere effettuata dal legale rappresentante del soggetto richiedente o da persona delegata/incaricata alla compilazione della domanda.

  • Le risorse disponibili ammontano complessivamente a € 5.050.000 ripartite tra le ATS in misura del 30% in parti uguali e del 70% in base alla popolazione generale da ultimo dato ISTAT disponibile.

    Il contributo regionale per ogni progetto di durata annuale è concesso fino ad un massimo del 70% del costo complessivo e comunque non superiore a € 50.000.

  • Sovvenzione a fondo perduto
  • Intervento che non costituisce aiuto di stato
  • A graduatoria valutativa
  • Qualsiasi informazione relativa ai contenuti dell’avviso e agli adempimenti connessi potrà essere richiesta all’indirizzo  conciliazione@regione.lombardia.it oppure al numero: 02.67652640.

    Per le richieste di assistenza alla compilazione online e per i quesiti di ordine tecnico sulle procedure informatizzate è possibile contattare il call center di Bandi online al numero verde 800.131.151 operativo dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 20:00 esclusi i festivi.

(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati

Comunicazioni

Cittadini

14/06/2022

Bando: Interventi di Conciliazione e Welfare Aziendale


Proroga termini presentazione delle domande fino al 15/07


PROROGA DEL TERMINE DI SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CUI ALL’ALLEGATO A DEL DECRETO N.4683 DEL 06/04/2022 “APPROVAZIONE AVVISO PER L’ATTUAZIONE DI INTERVENTI...

Dario,<br /> il tuo assistente digitale
Dario,
il tuo assistente digitale