Sto@ 2020 - Successful Shops in Town-centers through Traders, Owners & Arts Alliance: contributi per interventi di innovazione a sostegno e rilancio delle attività del commercio in aree urbane attraverso il recupero di spazi sfitti

Bandi online

Domande dal: 12/07/2016 , ore 00:00

Scade il: 15/11/2016 , ore 00:00

Codice: RLO12020011875

€ 3.250.000,00 l'ammontare del bando che eroga contributi per la rivitalizzazione e rigenerazione dei centri urbani attraverso il riuso di spazi sfitti e dismessi di piccola dimensione da realizzarsi incentivando e rilanciando le attività commerciali, del turismo e dell'artigianato di servizi. Domande dal 12 luglio 2016 al 15 novembre 2016.

Ente responsabile

  • Beneficiari finali del contributo, tramite il Capofila, sono:
    a) Micro e PMI del commercio, del turismo, dell’artigianato e dei servizi che si collochino in spazi sfitti, anche per attività temporanee (della durata minima di 6 mesi) a destinazione commerciale, artigianale e terziaria in aree caratterizzate da rischi di indebolimento dell’offerta commerciale;
    b) Aggregazioni delle imprese di cui al punto a) (società, associazioni, consorzi, reti) che svolgano servizi di riqualificazione, promozione e incoming per mantenere e portare nuovi operatori ed attività negli spazi sfitti.
  • Sto@ 2020 - Successful Shops in Town-centers through Traders, Owners & Arts Alliance”: contributi per interventi di innovazione a sostegno e rilancio delle attività del commercio in aree urbane attraverso il recupero di spazi sfitti.
  • È’ ammesso per ogni Comune un progetto complessivo di dimensione minima di € 40.000,00 con un contributo regionale in conto capitale massimo del 50% .
    Il contributo regionale, destinato esclusivamente alla copertura di spese di investimento, non potrà eccedere l’importo massimo di € 100.000,00.
  • Intervento che non costituisce aiuto di stato
  • I progetti sono articolati secondo tre tipologie di intervento con relative spese ammissibili:
    Intervento 1. Promozione e gestione della ricollocazione di spazi commerciali e artigianali di servizi sfitti: spese di organizzazione e gestione delle attività volte a favorire l’incontro tra domanda e offerta; spese per il supporto all’avvio dell’attività;
    Intervento 2. Ristrutturazione degli spazi commerciali o di servizi sfitti o dismessi e interventi volti a migliorare la funzionalità, l’accessibilità e l’impatto visivo delle aree attigue ad uso pubblico: interventi strutturali di ripristino strutturale o igienico-sanitario dei locali da adibire all’attività artigianale, di vendita, turistica o di servizi fronte strada; miglioramento della facciata, delle insegne e delle vetrine; miglioramento dei servizi alla clientela o al cittadino (installazione di sistemi wi-fi gratuiti e vetrine interattive), miglioramenti delle aree attigue ad uso pubblico. Nel limite massimo del 10% delle spese ammissibili a contributo sul valore totale del progetto, è possibile presentare spese legate ad interventi pubblici (es. opere di arredo urbano, per la mobilità dolce e la pubblica illuminazione, con attenzione all’impatto energetico e ambientale) 
    Intervento 3. Animazione e marketing: spese per iniziative e produzione di materiali finalizzati alla promozione di prodotti e dell’offerta turistica, commerciali e di servizi; spese per qualificati allestimenti culturali, eventi creativi, di attrazione e di informazione; spese per interventi sulla multicanalità nella distribuzione commerciale e per il commercio elettronico, il marketing e la fidelizzazione; spese per eventi di animazione finalizzati allo sviluppo di reti di servizi e dell’attrattività; spese per l’immagine coordinata.

    PRESENTAZIONE E VALUTAZIONE DEI PROGETTI (TEMPI E PROCEDURA)
    L’Avviso prevede le seguenti fasi di presentazione e di valutazione dei progetti:
    1. Fase di presentazione proposte di progetto preliminari: che prevede la trasmissione da parte dei Comuni Capofila delle proposte progettuali via pec all’indirizzo <a href=mailto:sviluppo_economico@pec.regione.lombardia.it>sviluppo_economico@pec.regione.lombardia.it  dalle ore 10.00 del 12 luglio 2016 fino alle ore 12.00 del 15 novembre 2016, a cui segue la valutazione di ammissibilità da parte del Dirigente responsabile del procedimento secondo i criteri riportati nell’Avviso.
    2. Fase Negoziale: in cui i progetti preliminari presentati nella prima fase e considerati ammissibili verranno negoziati e sviluppati nell’ambito di un Comitato di Progetto con funzioni di coordinamento, pianificazione e controllo, composto in maniera paritetica da Regione Lombardia e Comune Capofila e presieduto da Regione Lombardia. In questa fase verrà altresì assegnata la riserva premiale. Questa fase si concluderà entro il 14 febbraio 2017 data entro la quale devono essere presentati i progetti definitivi con le stesse modalità dei progetti preliminari.
    3. Approvazione dei progetti definitivi, assegnazione del contributo e sottoscrizione delle Convenzioni: Entro 10 giorni decorrenti dalla data di chiusura della fase negoziale Regione Lombardia approva l’elenco dei progetti definitivi e i relativi contributi assegnati. Le convenzioni saranno sottoscritte entro il 7 marzo 2017.

  • Valutativa a Graduatoria
  • Qualsiasi informazione relativa al bando e agli adempimenti ad esso connessi potrà essere richiesta agli indirizzi:
    <a href=mailto:roberto_salerno@regione.lombardia.it>roberto_salerno@regione.lombardia.it 
    <a href=mailto:gessyca_golia@regione.lombardia.it>gessyca_golia@regione.lombardia.it
    Riferimento al BURL: Bollettino Ufficiale Regione Lombardia, serie ordinaria, n. 27 del 5 luglio 2016.
(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati