Aperto Bando

BANDO PER L’ ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A ENTI PUBBLICI PER LA REALIZZAZIONE, LA MODIFICA , L' AMPLIAMENTO DI “CENTRI DEL RIUTILIZZO"

Bandi online

BANDO PER L’ ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A ENTI PUBBLICI PER LA REALIZZAZIONE, LA MODIFICA , L' AMPLIAMENTO DI “CENTRI DEL RIUTILIZZO"
Enti e operatori

BANDO PER L’ ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI A ENTI PUBBLICI PER LA REALIZZAZIONE LA MODIFICA , L' AMPLIAMENTO DI “CENTRI DEL RIUTILIZZO IN ATTUAZION E DEL P.R.G.R APPROVATO CON D.G.R. N. 1990 DEL 20/06/2014

Ente responsabile

Leggi di più
  • Possono presentare domanda, in qualità di potenziali benefici ari del sostegno finanziario
    • Comuni (anche in forma associata),
    • Consorzi di Comuni istituiti ai sensi del D.Lgs. 267/2000
    • Unioni di comuni,
    • Comunità Montane 
  • Riutilizzo: ai sensi dell’art. 183 del D.lgs. 152/2006 “qualsiasi operazione attraverso la quale prodotti o componenti che non sono rifiuti sono reimpiegati per la stessa finalità per la quale erano stati concepiti”

    Centro del riutilizzo: locale o area coperta nella quale viene effettuata consegna , pulizia, piccole manutenzioni normalmente eseguite sui beni (es. riparazi one gomma di bicicletta forata,…), custodia, mantenimento in buono stato e prelievo di beni usati che non sono rifiuti caratterizzati dal fatto di essere in uno stato tale da consentirne il loro riutilizzo senza l’effettuazione di operazioni di
    riparazione o sostituzione di parti degli stessi qualificabili come “preparazione per il riutilizzo” riutilizzo”. La gestione economica del centro e dei beni gestiti è di responsabilità del Gestore del centro stesso. Nel caso il gestore volesse o avesse l’obbligo di disfarsi dei beni depositati nel centro, questi ultimi dovranno essere considerati rifiuti prodotti dal gestore stesso.

  • La persona incaricata alla compilazione della domanda in nome e per conto del soggetto richiedente deve:

    • registrarsi alla piattaforma Bandi online , solo tramite CNS CIE o SPID ;
    • provvedere, sulla predetta piattaforma, alla fase di profilazione del soggetto richiedente che
      consiste nel:
      a) compilarne le informazioni anagrafiche;
      b) allegare il documento d’identità in corso di validità del legale rappresentante e l' Atto costitutivo che rechi le cariche associative.

    Per poter operare, occorre attendere la verifica delle informazioni di registrazione e profilazione, che potrà richiedere fino a 16 ore lavorative. La verifica dell’aggiornamento e della correttezza dei dati presenti sul profilo all’interno del sistema informativo è a esclusiva cura e responsabilità del soggetto richiedente stesso. La mancata osservanza delle modalità di presentazione costituirà causa di inammissibilità formale della domanda di partecipazione.

    Il soggetto richiedente dovrà provvedere ad allegare, al sistema informativo, la seguente documentazione obbligatoria:

    1. Progetto di fattibilità tecnico economica o definitivo o esecutivo dell’intervento, come definito dal D. Lgs 50/2016 comprensivo di un cronoprogramma relativo a tutte le fasi successive all’eventuale assegnazione del contributo e conforme alle tempistiche indicate al punto 3.3.2 del presente bando;
    2. Dichiarazione inizio lavori se avviati dal giorno successivo alla data di pubblicazione della D.G.R. XI/6232 del 04/04/2022 sul BURL s.o. n. 15 del 15 aprile 2022;
    3. Entità del contributo richiesto e della spesa ritenuta ammissibile (da indicare direttamente nell’applicativo online);
    4. Dichiarazione di non aver ottenuto altro finanziamento pubblico alla data di presentazione della domanda per le medesime voci di costo (sarà rilasciata direttamente sull’applicativo online);
    5. Relazione progettuale contenente la descrizione delle modalità gestionali del centro del riutilizzo, con particolare riferimento a:
      • modalità di accesso degli utenti /conferitori;
      • sistemazione e conservazione dei beni conferiti in funzione della tipologia, nonché loro catalogazione;
      • gestione dei beni giudicati non ammissibili al centro;
      • modalità di registrazione e pesatura dei beni in ingresso e in uscita dal centro;
      • modalità di gestione e di distribuzione dei beni raccolti (vendita, devoluzione, ecc.);
    6. Indicazione di quali tra le seguenti 8 tipologie di beni potranno essere raccolte nel centro:
      • mobili ed elementi di arredo (a solo titolo esemplificativo, letti, sedie, reti e materassi, specchi, lampadari, divani);
      • elettrodomestici (a solo titolo esemplificativo: lavatrici, ferri da stiro, computer, consolle per videogiochi, televisori, asciugacapelli, telefoni, trapani, impianti stereo);
      • vestiario (a solo titolo esemplificativo: maglioni, giacche, scarpe, borse, collane, vestiario per sport);
      • pubblicazioni (a solo titolo esemplificativo: libri, DVD, CD, videogiochi, dischi, solo se originali);
      • utensili non elettrici per lavori casalinghi e da giardino (a solo titolo esemplificativo: martelli, pinze, vanghe, rastrelli);
      • oggetti per sport e svago (a solo titolo esemplificativo: biciclette, giocattoli non elettronici, giochi da tavolo, attrezzatura sportiva);
      • stoviglie e suppellettili (a solo titolo esemplificativo: piatti, posate, bottiglie, padelle);
      • altro (passeggini e carrozzine, stampelle,… o altro da specificare a cura del partecipante);
    7. Provvedimento di approvazione del progetto recante:
      • l’esplicita richiesta di accesso al contributo;
      • l ’ammontare dei costi di intervento;
      • il piano finanziario delle opere da realizzare;
      • la dichiarazione di assunzione in proprio degli oneri non coperti dal contributo regionale;
      • per i centri intercomunali: la convenzione stipulata tra i Comuni per la gestione consociata del centro;
    8. Elenco delle eventuali autorizzazioni, nulla osta o pareri necessari alla realizzazione dell’opera; in particolare, nel caso di centro da realizzarsi all’interno di isola ecologica autorizzata ex art. 208 del D.lgs. 152/2006, copia dell’istanza presentata alla Provincia territorialmente competente per l’individuazione dell’area destinata a centro del riutilizzo;
    9. In caso di consorzi di Comuni istituiti ai sensi del D.Lgs. 267/2000 o di Comuni associati: protocollo di intesa, accordo, convenzione o altro atto negoziale, sottoscritto da tutti i partner di progetto che attestino il mandato di rappresentanza al capofila, le attività e i ruoli agiti da tutti i soggetti partecipanti, gli impegni economici assunti da ciascuno dei partecipanti e con cui vengono normati i rapporti tra i soggetti;
    10. In caso di accordo con ONLUS o Associazioni di Promozione Sociale per la gestione del centro o dei beni raccolti – accordo sottoscritto dalle parti:
    11. Dichiarazione di essere a conoscenza che, in caso di falsità in atti e/o di dichiarazioni mendaci, si è soggetti alle sanzioni previste dal Codice Penale e dalle leggi speciali in materia, secondo quanto disposto dall’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n° 445, nonché alla revoca del beneficio eventualmente conseguito sulla base della dichiarazione non veritiera ai sensi dell’art. 75 del citato D.P.R. n° 445 /2000 (sarà rilasciata direttamente sull’applicativo online).

    Nell’apposita sezione del Sistema Informativo verrà resa disponibile la modulistica necessaria per la partecipazione al presente Bando.
    Il mancato caricamento elettronico dei documenti di cui sopra costituirà causa di inammissibilità della domanda di partecipazione.

  • 1.000.000,00
  • Sovvenzione a fondo perduto fino alla concorrenza massima del 100% dell’importo della spesa ammissibile e, in ogni caso, con soglia massima del contributo pari a € 200.000,00.
  • Intervento che non costituisce aiuto di Stato
  • La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente online sulla piattaforma informativa Bandi online, a partire dalle ore 10:00 del 28/04/2022 entro le ore 16:00 del 09/06/2022, cliccando sul bottone qui in alto "FAI DOMANDA" (diventa visibile a partire dalle ore 10:00 del 28/04/2022)

  • Valutativa a graduatoria
(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati

Dario,<br /> il tuo assistente digitale
Dario,
il tuo assistente digitale