Aperto Bando
Ambiente, Biodiversità, Natura 2000, Rete natura, Cambiamento climatico, Habitat

Bando BioClima

Bandi online

Bando BioClima
Enti e operatori

Interventi di conservazione della biodiversità, adattamento al cambiamento climatico e valorizzazione dei servizi ecosistemici delle foreste e aree protette lombarde, attraverso il coinvolgimento del settore privato

Ente responsabile

Leggi di più
    • Enti gestori dei siti Natura 2000 (ad eccezione degli enti gestori privati e di ERSAF)
    • Enti gestori delle aree protette ai sensi della l.r. 86/83
    • Amministrazioni pubbliche (Province, Comuni, Comunità montane, Unione di Comuni, Città metropolitana e Consorzi di diritto pubblico).
  • Con questo bando, sviluppato nell’ambito del progetto LIFE "IP GESTIRE 2020", Regione Lombardia concede finanziamenti in conto capitale a fondo perduto agli Enti gestori delle aree protette e dei siti Natura 2000 (con l'eccezione degli enti gestori privati e di ERSAF) e alle Amministrazioni pubbliche per la realizzazione di interventi di conservazione della biodiversità, di adattamento al cambiamento climatico e di valorizzazione dei servizi ecosistemici di foreste, aree protette e reti ecologiche regionali, attraverso il coinvolgimento del settore privato.

    Gli interventi promossi perseguono i seguenti obiettivi:

    • migliorare lo stato di conservazione di habitat e specie in coerenza con il Quadro di Azioni Prioritarie Regionale 2021-2027 (PAF);
    • aumentare la superficie di habitat utili alla conservazione della biodiversità;
    • implementare la rete ecologica a scala regionale e locale come definita dalla D.G.R. 10962 del 30/12/2009;
    • potenziare l’infrastruttura verde del territorio, anche in coerenza con le indicazioni del Piano Territoriale Regionale e del Piano Paesaggistico Regionale;
    • aumentare l’erogazione dei Servizi Ecosistemici e la loro valorizzazione economica;
    • rendere più resilienti rispetto ai cambiamenti climatici sia gli habitat che le comunità umane.

    Il bando ha lo scopo di valorizzare i Servizi Ecosistemici coinvolgendo il settore privato nel co-finanziamento degli interventi ammissibili, atti a raggiungere gli obiettivi sopra elencati.

  • 3.500.000,00
  • Sovvenzione a fondo perduto
  • Intervento che non costituisce aiuto di Stato
  • La domanda di partecipazione al bando deve essere presentata esclusivamente cliccando sul bottone qui in alto "FAI DOMANDA" (diventa visibile solo dal giorno e ora di apertura del bandodalle ore 10:00 del 14/03/2022 entro le ore 16:00 del 03/05/2022.

    Per presentare la domanda di partecipazione al Bando, la persona incaricata alla compilazione deve:

    • registrarsi alla piattaforma Bandi online;
    • provvedere alla profilazione del soggetto richiedente.

    Per poter operare, occorre attendere la verifica delle informazioni di registrazione e profilazione, che potrà richiedere fino a 16 ore lavorative.

    La verifica dell’aggiornamento e della correttezza dei dati presenti sul profilo all’interno del sistema informativo è a esclusiva cura e responsabilità del soggetto richiedente stesso.

    La mancata osservanza delle modalità di presentazione costituirà causa di inammissibilità formale della domanda di partecipazione.

    Al termine della compilazione on line della domanda di partecipazione, il soggetto richiedente dovrà caricare la seguente documentazione:

    • relazione di progetto completo delle tre componenti: “Interventi principali a carattere forestale”, “Interventi integrativi di salvaguardia della biodiversità”, Interventi per la valorizzazione dei servizi ecosistemici”;
    • quadro economico di progetto completo delle tre componenti: “Interventi principali a carattere forestale”, “Interventi integrativi di salvaguardia della biodiversità”, “Interventi per la valorizzazione dei servizi ecosistemici” (foglio excel in cui siano evidenziate le spese ammissibili indicate nel bando);
    • copia dell’atto amministrativo di approvazione della proposta nel quale si attesti in modo esplicito la copertura con risorse proprie o l’avvenuta assegnazione di contributo da parte di altri enti e/o privati, a copertura della quota del 30% non finanziata con risorse regionali;
    • copia lettera di cofinanziamento firmata dall’organizzazione privata (allegato 3);
    • documentazione attestante il titolo di detenzione dell’area e atto di impegno da parte del beneficiario di mantenere la disponibilità in forza del medesimo titolo e/o proprietà dell’area oggetto dell’istanza per almeno 15 anni;
    • documentazione fotografica delle aree di intervento (file di dimensioni inferiori a 20 Mb);
    • cartografia in formato “shapefile” georeferenziata in sistema di coordinate RDN2008 / UTM zone 32N (EPSG 7791), indicante l’area (poligono) in cui saranno eseguiti i lavori oggetto del contributo;
    • cronoprogramma delle attività evidenziando la ripartizione tra finanziamento regionale e cofinanziamento pubblico (escluso quello regionale) e privato;
    • in caso di delega: incarico per la sottoscrizione digitale e presentazione telematica della domanda (allegato 2).

    Il mancato caricamento elettronico dei documenti costituirà causa di inammissibilità della domanda di partecipazione.

    Dopo il caricamento dei documenti sopra descritti, il richiedente deve scaricare la domanda di contributo generata automaticamente dal sistema e sottoscriverla digitalmente.

    La domanda non deve essere perfezionata con il pagamento dell’imposta di bollo in quanto esente ai sensi del DPR 642/1972, tabella B, art. 21bis.

    Le domande di partecipazione al Bando sono trasmesse e protocollate elettronicamente solo a seguito del completamento delle fasi sopra riportate cliccando il pulsante “Invia al protocollo”.

    A conclusione della suddetta procedura il sistema informativo rilascia in automatico numero e data di protocollo della domanda di contributo presentata. Ai fini della verifica della data di presentazione della domanda farà fede esclusivamente la data di invio al protocollo registrata dalla procedura online.   

    L’avvenuta ricezione telematica della domanda è comunicata via posta elettronica all’indirizzo indicato nella sezione anagrafica di Bandi online al soggetto richiedente che riporta il numero identificativo a cui fare riferimento nelle fasi successive dell’iter procedurale.

  • A graduatoria valutativa
(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati

Dario,<br /> il tuo assistente digitale
Dario,
il tuo assistente digitale