Programma regionale iniziative di biosicurezza per prevenzione e controllo diffusione delle epizoozie negli allevamenti avicoli

Bandi online

Domande dal: 09/03/2020 , ore 12:00

Scade il: 15/05/2020 , ore 12:00

Codice: RLM12020012230

Apertura domande: 9 marzo 2020. Chiusura domande: 15 maggio 2020. Dotazione finanziaria di 1 milione di euro. A chi è rivolto: aziende che allevano pollame da carne e/o galline ovaiole e/o selvaggina da ripopolamento.

Ente responsabile

  • Le aziende che allevano pollame da carne e/o galline ovaiole e/o selvaggina da ripopolamento, titolari di partita IVA, con relativo Fascicolo Aziendale aperto su Sis.Co e Codice Allevamento attivo in Lombardia per l’unità epidemiologica per la quale si richiede il finanziamento.

    Quest’ultimo deve rientrare nei Comuni individuati nella ex area di vaccinazione o di monitoraggio intensivo di cui alla D.G.R. X/5586 del 19/09/2016. Il numero minimo di capi di pollame da carne e/o di galline ovaiole e/o di selvaggina da ripopolamento allevati dall’azienda deve essere pari a 250 come riportato in anagrafe zootecnica (Banca Dati Regionale - BDR e/o Banca Dati Nazionale - BDN).

  • La  Direzione Generale Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi, con  decreto n. 1294 del 5 febbraio 2020, pubblicato sul Bollettino Ufficiale Regione Lombardia (BURL  serie ordinaria n. 8 di lunedì 17 febbraio 2020, ha approvato il bando per destinare gli interventi previsti dal Programma a beneficio degli allevamenti di pollame da carne e/o di galline ovaiole e/o di selvaggina da ripopolamento in quanto considerate specie vulnerabili e suscettibili di infezione e trasmissione del virus dell’influenza aviaria.

    Il Programma si realizza attraverso la realizzazione di vari progetti di biosicurezza da parte delle aziende avicole di pollame da carne e/o di galline ovaiole e/o di selvaggina da ripopolamento, in modo da evitare il ripetersi di focolai di infezione aviaria. I progetti devono essere correlati principalmente al miglioramento delle caratteristiche organizzative e strutturali dell’azienda avicola, in modo da evitare quelle strette connessioni funzionali che ci sono fra gli allevamenti, l’elevato numero di contatti a rischio e l’incostante applicazione delle necessarie misure di biosicurezza.

  • 1 milione di euro.
  • Attività di prevenzione dell’influenza aviaria, con spesa massima per beneficiario (CUAA) pari ad euro 100.000. Le tipologie del contributo sono a fondo perduto fino all’80% delle spese ammissibili e fino ad un massimo di € variabile a seconda delle tipologie di intervento. L’erogazione del contributo in conto capitale avviene in unica erogazione a saldo, a certificata esecuzione degli interventi.
  • La domanda corredata dai necessari allegati, dovrà pervenire via PEC alla Struttura – AGRICOLTURA, FORESTE, CACCIA E PESCA competente per Codice di Allevamento.

    Le domande di ammissione al contributo devono essere presentate, pena esclusione, tra le ore 12.00 di lunedì 9 marzo 2020 e le ore 12.00 di venerdì 15 maggio 2020.

  • Valutativa a Graduatoria
  • Direzione Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi

    Dirigente responsabile
    Andrea Azzoni
    tel 02 6765 2438
    email:  <a href=mailto:%20andrea_azzoni@regione.lombardia.it>andrea_azzoni@regione.lombardia.it 

    Quadro responsabile
    Vincenzo Ruocco
    tel 02 6765 3755
    email:  <a href=mailto:%20vincenzo_ruocco@regione.lombardia.it>vincenzo_ruocco@regione.lombardia.it
    Riferimento al BURL: Serie Ordinaria n. 8 - Lunedì 17 febbraio 2020

(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati