Aperto

Bando operativo per l'attuazione della "Misura Regionale di sostegno ai servizi di sostituzione in agricoltura"

Bandi online

Domande dal: 28/09/2017 , ore 00:00

Codice: RLM12020011947

Approvate le modalità di accreditamento dei soggetti prestatori di servizi di sostituzione e procedure di concessione dei contributi.

Ente responsabile

  • a) sono beneficiari finali (o indiretti dell’aiuto) del servizio tutte le piccole e medie imprese agricole di cui all’allegato I del reg UE n. 702/2014 attive nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli (allegato I del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea) operanti sul territorio lombardo, senza alcun vincolo di appartenenza ad organizzazioni.

    L'accesso è garantito a tutte le aziende che ne faranno richiesta. Le stesse non possono essere destinatarie di sovvenzione diretta ma soltanto di un servizio sovvenzionato;


    b) sono “soggetti prestatori” del servizio le Associazioni di imprenditori agricoli professionali (beneficiari dell’aiuto) cooperative o consorzi costituiti per la gestione di un servizio di sostituzione.
    I soggetti prestatori del servizio di sostituzione sono, pertanto, i beneficiari diretti dell’aiuto regionale.

  • La Direzione Generale Agricoltura, con decreto n. 11374 del 21 settembre 2017, pubblicato sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia (BURL), serie ordinaria n. 39 di giovedì 28 settembre 2017, ha approvato il Bando operativo per l'attuazione della "Misura Regionale di sostegno ai servizi di sostituzione in agricoltura". 

    L’attività agricola in generale e in particolare quella zootecnica è caratterizzata da un impegno lavorativo di 365 giorni all'anno che richiede alta professionalità, garanzia di continuità d’impresa, nonché l’obbligo, per il titolare e il personale addetto, ad un presidio pressoché continuo delle attività lavorative nel corso di tutto l’anno. E’ quindi fondamentale migliorare la qualità di vita e di lavoro dei lavoratori del settore, offrendo all'imprenditore l’opportunità di poter usufruire di manodopera qualificata, in caso di ferie, malattia/infortunio, maternità, congedi parentali, decesso proprio e/o dei dipendenti. Inoltre l’intervento assume una valenza di ordine sociale, in quanto garantisce la possibilità di occupare lavoratori extracomunitari, giovani e disoccupati e contribuire all'eliminazione del lavoro nero nelle campagne.

    OBIETTIVI DELLA MISURA
    La misura si propone di perseguire i seguenti obiettivi:
    - migliorare la qualità di vita per gli addetti al settore agricolo e zootecnico;
    - creare nuove opportunità di lavoro per i disoccupati e i giovani in cerca di prima occupazione;
    - favorire l’inserimento nel tessuto sociale e lavorativo anche di persone di provenienza extracomunitaria che intendono prestare la loro opera nelle imprese agricole lombarde.

  • Per l'anno 2018 - euro 150.000,00
    Per l'anno 2019 - euro 150.000,00
  • I potenziali soggetti prestatori del servizio:
    b) debbono essere riconosciuti idonei dalla Regione Lombardia a svolgere i servizi di sostituzione.

    I requisiti necessari per ottenere il riconoscimento sono i seguenti:
    a) possedere uno statuto che:
    - dichiari tra gli scopi la fornitura di un servizio di sostituzione;
    - garantisca la possibilità di fruire del servizio a tutti i soggetti ammissibili sulla base di criteri oggettivamente definiti, anche ai non soci alle stesse condizioni e con le stesse tariffe dei soci. Gli eventuali maggiori oneri dei non soci per i costi amministrativi dell'associazione o organizzazione di cui trattasi devono essere limitati ai costi del servizio prestato;
    - preveda una durata minima della associazione, cooperativa o consorzio non inferiore ai 10 anni.

    b) tenere una contabilità ordinaria o semplificata (ai sensi del D.P.R. 600/73 e successive modifiche ed integrazioni ) e un bilancio annuale.

    La D.G. Agricoltura provvede con periodicità biennale alla verifica del mantenimento dei requisiti dei soggetti prestatori del servizio già riconosciuti.

  • Intervento che non costituisce aiuto di stato
  • I soggetti che intendono ottenere il riconoscimento a svolgere servizi di sostituzione devono presentare domanda alla Regione Lombardia - Direzione Generale Agricoltura, Piazza Città di Lombardia, 1 - 20124 Milano entro il 31 maggio di ogni anno, tramite pec, all’indirizzo: agricoltura@pec.regione.lombardia.it allegando la seguente documentazione:
    - copia autenticata dell’atto costitutivo e dello statuto;
    - dichiarazione del legale rappresentante che:
    - indichi l’ambito territoriale di attività (regionale e/o nazionale);
    - attesti la tenuta di un bilancio annuale e di una contabilità ordinaria o semplificata;
    - copia autentica della delibera del Consiglio di Amministrazione intesa ad ottenere il riconoscimento.

    L’istruttoria delle domande di riconoscimento è ultimata entro 60 giorni dal ricevimento delle stesse e si conclude, in caso positivo, con l’approvazione di un decreto del Dirigente competente, che verrà trasmesso agli interessati. La richiesta di eventuale documentazione integrativa rispetto a quella prevista, fatta a mezzo raccomandata, sospende i termini di istruttoria sopra indicati.

    Le integrazioni dovranno pervenire entro 10 giorni dal ricevimento della richiesta, salvo diversa indicazione, pena la sospensione dell’istruttoria ed il mancato accoglimento della domanda. Nel caso di diniego sono fornite le motivazioni e le necessarie informazioni circa le modalità di ricorso.

    Limitatamente per l’anno 2017, i soggetti che intendono ottenere il riconoscimento a svolgere servizi di sostituzione, devono presentare domanda di riconoscimento di idoneità entro 30 gg dalla data di pubblicazione sul B.U.R.L. delle presenti disposizioni attuative.

    I soggetti in possesso di riconoscimento di idoneità ai sensi della D.G.R. N.6839 del 19/03/2008 (“Misure di sostegno ai servizi di sostituzione in agricoltura”) o provvedimenti successivi devono, in ogni caso, presentare nuova domanda di riconoscimento ai sensi della D,G.R. n. 6860 del 12 luglio 2017.

  • Valutativa a Graduatoria
(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati