Bando per l’assegnazione di cofinanziamenti per tutte le funzioni di Polizia Locale, per la realizzazione di progetti di videosorveglianza - biennio 2018/19 (l.r. 6/2015, art. 25) -Unioni di Comuni e Comunità Montane

Bandi online

Domande dal: 11/06/2018 , ore 10:00

Scade il: 05/07/2018 , ore 16:00

Codice: RLY12018005203

Polizia Locale - cofinanziamento progetti in materia di sicurezza urbana per la realizzazione di sistemi di videosorveglianza - biennio 2018/2019

Ente responsabile

  • Possono partecipare i Comuni singoli dotati di un corpo o servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, gli Enti associati, le Comunità Montane/Unioni di Comuni, associati per tutte le funzioni di polizia locale per un periodo non inferiore a 5 anni (artt. 8 e 13 della l.r. 6/2015 e l.r. 19/2008), dotati di un corpo o di un servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato.
  • Regione Lombardia prevede, per il biennio 2018/19, in attuazione della  l.r. 1 aprile 2015 n. 6, un cofinanziamento a favore dei Comuni, in forma singola o associata per tutte le funzioni di polizia locale, per la realizzazione di nuovi impianti, per l’implementazione e la sostituzione di sistemi di videosorveglianza esistenti, nonché per la realizzazione di impianti dotati esclusivamente di telecamere di rilevazione targhe.
    L’azione si attua attraverso il finanziamento di progetti riguardanti:

    1. Impianti di videosorveglianza con telecamere sia di contesto che di lettura targhe. Si tratta di realizzazione ex novo, implementazione o sostituzione del sistema esistente, con l’istallazione di almeno una telecamera di contesto, destinata esclusivamente al controllo e monitoraggio di edifici o aree sensibili del territorio e almeno una telecamera destinata alla lettura targhe.
    2. Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di allertamento e lettura targhe. Si tratta di realizzazione ex novo, implementazione o sostituzione del sistema esistente, unicamente con telecamere di allertamento e lettura targhe.
    3. Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di contesto. Si tratta di realizzazione ex novo, implementazione o sostituzione del sistema esistente, unicamente con telecamere di contesto destinate esclusivamente al controllo e monitoraggio di edifici o aree sensibili del territorio.


    Un Ente può partecipare solo in forma singola, associata o come componente di una Comunità Montana/Unione di Comuni. Ciò significa che, nel caso in cui un Comune partecipi sia in forma singola che in forma associata ad altri Enti, entrambe le domande di accesso al contributo sono escluse dall’istruttoria.
    Regione Lombardia, ai sensi dell’art. 26 della l.r. 6/2015, prevede una misura premiale per i corpi di polizia locale con una dotazione organica minima di 18 operatori, che assicurino la continuità del servizio per almeno 2 turni, per un minimo di 12 ore (7 giorni su 7) e una reperibilità sulle 24 ore, secondo il sistema organizzativo di ogni singolo ente.
    Ne consegue che il corpo o servizio di polizia locale può beneficiare della citata misura premiale esclusivamente se possiede contemporaneamente e senza interruzione, tutti i requisiti indicati.

  • € 3.600.000, di cui:

    • € 2.800.000 per i progetti presentati dalle Comunità Montane/Unioni di Comuni e dagli Enti Associati;
    • € 800.000 per i progetti presentati dai Comuni singoli.
  • € 3.600.000, di cui:

    • € 2.800.000 per i progetti presentati dalle Comunità Montane/Unioni di Comuni e dagli Enti Associati;
    • € 800.000 per i progetti presentati dai Comuni singoli.
  • Intervento che non costituisce aiuto di stato
  • La domanda di cofinanziamento deve essere presentata esclusivamente on line, attraverso la piattaforma informatizzata SiAge (sistema agevolazioni)dalle ore 10:00 dell'11 giugno alle ore 16:00 del 5 luglio 2018.
    Per gli Enti singoli, Comunità Montane/Unioni di Comuni, la domanda è presentata dal legale rappresentante o, su sua delega, dal Comandante di Polizia Locale o dal Responsabile del Servizio di Polizia Locale.
    Per gli Enti associati, la domanda è presentata dal legale rappresentante del Comune capofila o, su sua delega, dal Comandante di Polizia Locale o dal Responsabile del Servizio di Polizia Locale.
    In fase di profilazione sulla piattaforma informatizzata SiAge, è importante la scelta della forma giuridica corretta tra le 3 proposte: Comune singolo, Comunità Montane/Unioni di Comuni o Ente associato.
    La corretta identificazione da parte del richiedente è funzionale all’individuazione delle autocertificazioni e della documentazione da presentare, specifiche per ogni categoria.
    Le domande presentate in difformità dalle suddette indicazioni sono escluse dall’istruttoria.

    Nella piattaforma informatizzata SiAge devono essere attestate le seguenti autocertificazioni:

    Comuni singoli:

    - Dotazione di un corpo o servizio di Polizia Locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, con indicazione del numero di operatori in servizio alla data della presentazione della domanda;
    - Popolazione residente nel Comune alla data del 31/12/2017;
    - Dotazione organica minima di 18 operatori, che assicurino la continuità del servizio per almeno 2 turni, per un minimo di 12 ore (7 giorni su 7) e una reperibilità sulle 24 ore, secondo il sistema organizzativo di ogni singolo ente. Ne consegue che il corpo o servizio di polizia locale può beneficiare della citata misura premiale esclusivamente se possiede contemporaneamente e senza interruzione tutti i requisiti indicati;
    - Osservanza delle disposizioni di cui all’art. 36 della l.r. 6/2015.
     

    Comunità Montane/Unioni di Comuni:

    Dotazione di un corpo o servizio di Polizia Locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, con indicazione del numero di operatori in servizio alla data della presentazione della domanda;
    - Popolazione residente nella Comunità Montana/Unione di Comuni alla data del 31/12/2017;
    - Numero di Enti componenti la Comunità Montana/Unione;
    - Durata della Comunità Montana/Unione espressa in mesi (deve essere inserita la durata dello statuto in essere; non sono considerati periodi pregressi);
    - Dotazione organica minima di 18 operatori, che assicurino la continuità del servizio per almeno 2 turni, per un minimo di 12 ore (7 giorni su 7) e una reperibilità sulle 24 ore, secondo il sistema organizzativo di ogni singolo ente. Ne consegue che il corpo o servizio di polizia locale può beneficiare della citata misura premiale esclusivamente se possiede contemporaneamente e senza interruzione tutti i requisiti indicati;
    - Osservanza delle disposizioni di cui all’art. 36 della l.r. 6/2015.

    Enti associati:


    - Dotazione di un corpo o servizio di Polizia Locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, con indicazione del numero di operatori in servizio alla data della presentazione della domanda;
    - Popolazione residente nei Comuni che compongono l’associazione alla data del 31/12/2017;
    - Numero di Enti componenti l’associazione, compreso il capofila;
    - Durata dell’associazionismo espressa in mesi (deve essere inserita la durata della convenzione in essere, che si tratti di nuova convenzione oppure di rinnovo o proroga di una convenzione esistente; non sono considerati periodi pregressi);
    - Dotazione organica minima di 18 operatori, che assicurino la continuità del servizio per almeno 2 turni, per un minimo di 12 ore (7 giorni su 7) e una reperibilità sulle 24 ore, secondo il sistema organizzativo di ogni singolo ente. Ne consegue che il corpo o servizio di polizia locale può beneficiare della citata misura premiale esclusivamente se possiede contemporaneamente e senza interruzione tutti i requisiti indicati;
    - Osservanza delle disposizioni di cui all’art. 36 della l.r. 6/2015.

    La domanda deve essere corredata dei seguenti documenti, da allegare obbligatoriamente tramite la piattaforma informatizzata SiAge, pena l’esclusione dall’istruttoria:

    Enti singoli:

    - Delibera di Giunta di approvazione del progetto, da adottarsi entro la scadenza del termine di presentazione delle domande, contenente la quantificazione del costo complessivo del progetto, l’indicazione delle risorse finanziarie con cui l’Ente intende far fronte alla parte di spesa di propria competenza non coperta dal finanziamento regionale, e l’impegno a presentare la relativa rendicontazione;
    - Dettagliata relazione illustrativa del progetto, unicamente in formato pdf, contenente il numero di telecamere di lettura targhe e/o di contesto, la pianificazione degli interventi e i risultati attesi. Nella relazione deve essere riportato il quadro economico finanziario ovvero la specifica delle voci oggetto di richiesta di cofinanziamento, con il dettaglio di spesa prevista;
    - Preventivi di spesa.

    Comunità Montane/Unioni di Comuni:

    - Delibera di Giunta di approvazione del progetto, da adottarsi entro la scadenza del termine di presentazione delle domande, contenente la quantificazione del costo complessivo del progetto, l’indicazione delle risorse finanziarie con cui l’Ente intende far fronte alla parte di spesa di propria competenza non coperta dal finanziamento regionale, e l’impegno a presentare la relativa rendicontazione;
    - Statuto della Comunità Montana/Unione, contenente la durata e l’attestazione della gestione associata di tutte le funzioni di polizia locale per un periodo superiore a 5 anni;
    - Dettagliata relazione illustrativa del progetto, unicamente in formato pdf, contenente il numero di telecamere di lettura targhe e/o di contesto, la pianificazione degli interventi e i risultati attesi. Nella relazione deve essere riportato il quadro economico finanziario ovvero la specifica delle voci oggetto di richiesta di cofinanziamento, con il dettaglio di spesa prevista;
    - Preventivi di spesa.

    Enti associati:

    - Delibere di Giunta, di tutti gli Enti associati, di approvazione del progetto, da adottarsi entro la scadenza del termine di presentazione delle domande, contenente la quantificazione del costo complessivo del progetto, l’indicazione delle risorse finanziarie con cui l’Ente intende far fronte alla parte di spesa di propria competenza non coperta dal finanziamento regionale, e l’impegno a presentare la relativa rendicontazione;
    - Convenzione in essere (non allegare convenzioni pregresse) con indicazione esplicita del nominativo dell’Ente capofila;
    - Dettagliata relazione illustrativa del progetto, unicamente in formato pdf, contenente il numero di telecamere di lettura targhe e/o di contesto, la pianificazione degli interventi e i risultati attesi. Nella relazione deve essere riportato il quadro economico finanziario ovvero la specifica delle voci oggetto di richiesta di cofinanziamento, con il dettaglio di spesa prevista;
    - Preventivi di spesa.
    Il soggetto richiedente deve inserire le seguenti informazioni anagrafiche e di progetto nella piattaforma informatizzata SIAge:

    Comuni singoli:

    - Denominazione del Comune, provincia di appartenenza e codice fiscale;
    - Indirizzo PEC del Comune e indirizzo mail di riferimento del progetto;
    - Numero di conto corrente di contabilità speciale oppure, in assenza dello stesso, numero di conto corrente;
    - Titolo progetto e numero telecamere da installare.

    Comunità Montane/Unioni di Comuni:

    - Denominazione della Comunità Montana/Unione di Comuni, provincia di appartenenza e codice fiscale;
    - Elenco dei Comuni appartenenti alla Comunità Montana/Unione;
    - Indirizzo PEC della Comunità Montana/Unione e indirizzo mail di riferimento del progetto;
    - Numero di conto corrente di contabilità speciale oppure, in assenza dello stesso, numero di conto corrente;
    - Titolo progetto e numero telecamere da installare.

    Enti associati:

    - Denominazione dell’ente capofila, provincia di appartenenza e codice fiscale;
    - Elenco dei Comuni associati, compreso il capofila;
    - Indirizzo PEC dell’ente capofila e indirizzo mail di riferimento del progetto;
    - Numero di conto corrente di contabilità speciale oppure, in assenza dello stesso, numero di conto corrente;
    - Titolo progetto e numero telecamere da installare.

  • Modalità e tempi del processo

    Per i progetti ammissibili, la valutazione è svolta attribuendo un punteggio di merito, rapportato ai seguenti parametri:

    Comuni singoli:

    Premialità ai sensi art. 26 l.r. 6/2015:

    Dotazione organica minima di 18 operatori, che assicurino la continuità del servizio per almeno 2 turni, per un minimo di 12 ore (7 giorni su 7) e una reperibilità sulle 24 ore, secondo il sistema organizzativo di ogni singolo ente=2 punti

    Proposte progettuali
    Impianti di videosorveglianza con telecamere sia di contesto che di lettura targhe=10 punti
    Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di lettura targhe=8 punti
    Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di contesto=6 punti

    Per i Comuni singoli, viene presa in considerazione la popolazione residente in ordine crescente.
    A parità di punteggio ha, pertanto, priorità il Comune con la popolazione più bassa.

    Comunità Montane/Unioni di Comuni ed Enti associati:

    Premialità ai sensi art. 26 l.r.  6/2015:

    Dotazione organica minima di 18 operatori, che assicurino la continuità del servizio per almeno 2 turni, per un minimo di 12 ore (7 giorni su 7) e una reperibilità sulle 24 ore, secondo il sistema organizzativo di ogni singolo ente=2 punti

    Numero Enti associati per tutte le funzioni di polizia locale

    Da 11 Enti associati=10 punti
    Da 6 a 10 Enti associati=8 punti
    Da 3 a 5 Enti associati=6 punti
    2 Enti associati=4 punti

    Durata dell’associazionismo

    Da 121 mesi=10 punti
    Da 97 a 120 mesi=8 punti
    Da 73 a 96 mesi=6 punti
    Da 60 a 72 mesi=4 punti


    Proposte progettuali

    Impianti di videosorveglianza con telecamere sia di contesto che di lettura targhe=10 punti
    Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di lettura targhe=8 punti
    Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di contesto=6 punti

    Per le Comunità Montane/Unioni di Comuni e i Comuni associati, i punteggi relativi al numero di associati e alla durata dell’associazione e quelli relativi alle proposte progettuali, si sommano.

    Ai fini della graduatoria delle Comunità Montane/Unioni di Comuni e degli Enti associati, in caso di parità di punteggio, sono applicati i seguenti criteri di priorità:

    1 - maggior numero di Enti associati;
    2 - qualora permanga parità, maggior durata dell’associazione;
    3 - allorché persista la parità, maggior popolazione aggregata di tutti i Comuni associati.
     

    Verifica di ammissibilità delle domande

    Non sono ammessi alla fase istruttoria, e quindi alla valutazione, i progetti:

    - presentati in modalità diversa da quella prevista dal bando ovvero non presentati utilizzando la piattaforma informatizzata SiAge;
    - presentati oltre il termine previsto dal bando (ore 16:00 del 05/07/2018);
    - presentati con la scelta non corretta della forma giuridica;
    - presentati da un Comune sia in forma singola che in forma associata.

    Durante la fase istruttoria non sono valutati e quindi ammessi a graduatoria i progetti privi della seguente documentazione obbligatoria richiesta dal bando:

    Comuni singoli:

    1 - Delibera di approvazione del progetto;
    2 - Relazione illustrativa;
    3 - Preventivi di spesa.

    Comunità Montane/Unioni di Comuni:

    1 - Delibera di approvazione del progetto;
    2 - Statuto della Comunità Montana/Unione;
    3 - Relazione illustrativa;
    4 - Preventivi di spesa.

    Enti associati:

    1 - Delibera di Giunta, di approvazione del progetto, di tutti gli Enti associati;
    2 - Convenzione;
    3 - Relazione illustrativa;
    4 - Preventivi di spesa.

  • Per informazioni rivolgersi a:


    - Antonella Rosati - 02 6765 4102
    - Cristiano Dell’Acqua - 02 6765 4842
    - Francesca Daniela Marino - 02 6765 2305
    - email: polizialocale_ap@regione.lombardia.

    Riferimento BURL

    Dduo 31 maggio 2018 n. 8159 pubblicata sul BURL n.23 SEO del 7/6/2018 

(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati