Determinazioni in ordine al sostegno dei progetti per la promozione delle Pari Opportunità - attivazione dell'iniziativa regionale Progettare la parità in Lombardia - 2017

Bandi online

Domande dal: 24/03/2017 , ore 00:00

Scade il: 30/06/2017 , ore 23:59

Codice: RLT12020012420

L'obiettivo è la diffusione di una cultura del rispetto verso le donne e le ragazze come base su cui si fonda la promozione delle pari opportunità, anche al fine di prevenire la violenza nei confronti delle donne, attraverso il sostegno a iniziative progettuali in grado di sviluppare interventi locali di informazione, formazione, sensibilizzazione e attivazione di servizi finalizzati al raggiungimento dell'obiettivo sopra descritto.

Ente responsabile

  • Sono ammessi a presentare richieste di contribuito i soggetti sotto elencati:

     
     soggetti iscritti all’Albo regionale delle Associazioni e dei Movimenti per le Pari opportunità (di cui all’art. 9, l.r. 8/2011) nell’anno 2016 che, per disposizione statutaria o dell’atto costitutivo, non perseguano fini di lucro;
     enti locali territoriali che aderiscono alla Rete regionale dei Centri Risorse Locali di Parità* (di cui all’art. 10, l.r. 8/2011)


    Beneficiarie indirette sono le donne dei territori in cui operano i soggetti che presentano domanda.

  • La legge regionale n. 8/2011 all’art. 11 prevede che la Regione attivi iniziative per la promozione di politiche di pari opportunità. Le proposte possono essere presentate dai soggetti iscritti all’Albo regionale delle associazioni e dei movimenti per le pari opportunità (di cui all’art. 9) o aderenti alla Rete regionale dei Centri Risorse Locali di Parità (di cui all’art. 10).

    L’obiettivo è la diffusione di una cultura del rispetto verso le donne e le ragazze come base su cui si fonda la promozione delle pari opportunità, anche al fine di prevenire la violenza nei confronti delle donne, attraverso il sostegno a iniziative progettuali che possano sviluppare interventi locali di informazione, formazione, sensibilizzazione e attivazione di servizi finalizzati al raggiungimento dell’obiettivo sopra descritto.

    -

  • 300.000,00 €
  • Il contributo massimo per ciascuno progetto non potrà superare € 15.000,00. Il contributo regionale per i progetti ammessi non potrà superare il 50% del costo complessivo del progetto.

    Contributo a fondo perso per al massimo il 50% delle spese ammissibili.

  • La presentazione delle domande di contributo e dei progetti può avvenire dal 24 marzo 2017 al 30 giugno 2017 e non oltre, pena l’esclusione.

    La domanda di contributo con la scheda del progetto e l’accordo di partenariato deve essere inviata esclusivamente tramite posta elettronica certificata alla casella PEC: redditoautonomia@pec.regione.lombardia.it, previa sottoscrizione da parte del legale rappresentante.

    Al fine della valutazione di merito, la Direzione generale R.A.I.S. istituirà una commissione di valutazione interdirezionale, che esaminerà i progetti ammessi alla valutazione sulla base dell’istruttoria tecnica svolta dagli uffici dell’U.O. Azioni e misure per l’Autonomia e l’Inclusione sociale, attribuendo agli stessi un punteggio sino a un massimo di 100 punti più gli eventuali punti di cui al criterio C) (max. 10 punti) e al criterio D) (max. 15 punti).

    In sede di valutazione, ai progetti che avranno ottenuto almeno 70 punti, come somma del punteggio attribuito nelle sezioni A) e B) dell’apposita griglia di valutazione, potranno essere attribuiti ulteriore punti:

    1) max. 10 sulla base del numero dei partner (criterio C)

    2) max. 15 sulla base dei criteri di premialità (criteri D)

    Le graduatorie saranno formulate sulla base del punteggio complessivamente ottenuto da ciascun progetto nelle sezioni A), B), C) e D) della griglia di valutazione.

    I progetti saranno finanziabili fino all'esaurimento delle risorse disponibili.

    Con decreto 11907 del 2 ottobre 2017 sono stati pubblicati i progetti ammessi e quelli esclusi.

  • Valutativa a Graduatoria
  • Per richieste di chiarimento è possibile telefonare ai numeri 02/6765.5207 - 6559 - 4886 - 2810 o inviare un messaggio di posta elettronica a: politiche_femminili@regione.lombardia.it
    Riferimento al BURL: n. 12 del 23 marzo 2017 Serie Ordinaria
(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Allegati